Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

Perde alle slot, danneggia la macchinetta e aggredisce i carabinieri

L'episodio domenica sera a Corato. In manette un 21enne, arrestato insieme alla madre, che con il figlio si è scagliata contro i militari

Ha giocato per ore alle slot machine, fino a quando, indispettito dalle mancate vincite, è andato su tutte le furie, staccando alcuni cavi dagli apparecchi e danneggiandoli. Poi ha cercato di allontanarsi dal locale, ma è stato bloccato dal gestore del locale, che gli ha chiesto spiegazioni per il suo comportamento. Ne è nata un'accesa discussione, che ha spinto alcuni presenti a chiedere l'intervento dei carabinieri. E' accaduto domenica sera a Corato.

Alla vista dei militari, il giovane ha reagito con violenza, innescando una colluttazione per poi darsi alla fuga. Le immediate ricerche del fuggitivo, condotte anche con l’ausilio di altra pattuglia del Nucleo Radiomobile di Compagnia, si sono concluse nell'ospedale, dove i militari sono riusciti ad intercettare e bloccare il malvivente, un 21enne del luogo.

In quelle fasi, per cercare di impedire che il figlio fosse condotto in caserma, è intervenuta la madre 38enne del ragazzo, che ha inveito contro i militari, aggredendo uno di essi con graffi e calci.

I due sono stati arrestati: il 21enne è stato condotto nel carcere di Trani, mentre la donna collocata ai domiciliari. Entrambi dovranno rispondere di violenza, resistenza, oltraggio a pubblico ufficiale e lesioni aggravate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perde alle slot, danneggia la macchinetta e aggredisce i carabinieri

BariToday è in caricamento