Cronaca

Aree bimbi, ricevimenti, sale giochi, discoteche all'aperto: da lunedì le nuove riaperture in Puglia dopo il lockdown covid

Il presidente Michele Emiliano ha infatti firmato una nuova ordinanza che dispone la riattivazione di numerose attività, anche andando oltre le direttive nazionali emesse dal governo

Da lunedì 15 giugno la Regione Puglia fa un altro passo avanti con le riaperture dopo il lockdown covid-19: il presidente Michele Emiliano ha infatti firmato una nuova ordinanza che dispone la riattivazione di numerose attività, anche andando oltre le direttive nazionali emesse dal governo. Dalla prossima settimana, dunque, saranno operative aree giochi attrezzate per bambini, potranno ripartire i ricevimenti per eventi e matrimoni, le attività formative in presenza, sale slot, sale giochi e sale scommesse, ma anche attività di di intrattenimento danzante all'aperto, queste ultime a livello nazionale autorizzate dal 14 luglio ma consentite in Puglia grazie alla norma firmata ieri, dopo aver effettuato un confronto, nei giorni scorsi, con gli oepratori del settore.

I Centri estivi per bambini e ragazzi da 3 a 17 anni ripartono da lunedì 15 giugno, mentre le attività per bambini da 3 a 36 mesi e i Campi estivi (con pernottamento) ripartono dal 22 giugno. Infine, dal 25 giugno, via libera agli sport di contatto, tra cui calcetto, lotta, basket, volley e altri. 

Sulle riaperture è intervenuta l'assessore regionale all'Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone: “Abbiamo lavorato con determinazione con il Presidente Emiliano, il prof. Lopalco e i rappresentanti di questi settori importanti come wedding, ricevimenti, eventi e discoteche. Il tavolo pugliese ha valutato quale fosse la situazione migliore, soprattutto in relazione alla curva epidemiologica attuale. La Puglia ha ritenuto di poter  aprire molto prima di metà luglio - aggiunge Loredana Capone -  Dunque si riparte in questi settori che sono di vitale importanza per l’economia pugliese. Quello dei matrimoni, accanto al suo valore sociale, rappresenta un'ampia fetta dell'economia pugliese nella quale ruotano artigiani, commercianti, abbigliamento e moda, florovivaisti ,designer, wedding planner e tutto l'ampio settore della ristorazione e dei servizi. Perciò la possibilità di apertura era molto attesa. Abbiamo cercato di cogliere le specificità pugliesi ed anche per le discoteche e le sale da ballo all’aperto abbiamo dato una risposta con delle regole ad un settore in Puglia è molto attrezzato e competitivo" conclude Capone.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aree bimbi, ricevimenti, sale giochi, discoteche all'aperto: da lunedì le nuove riaperture in Puglia dopo il lockdown covid

BariToday è in caricamento