Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Due tamponi negativi ma muore per la polmonite da Coronavirus: la vittima aveva 41 anni ed era originaria di Canosa di Puglia

Per l'epidemiologo a capo della task force regionale "la diagnosi clinica in fase epidemica è più che sufficiente per imporre misure di isolamento".

Pierluigi Lopalco

"Il problema dei falsi negativi al tampone impone massima prudenza". Ad affermarlo, sui social, è il consulente della Regione Puglia per l'emergenzacovid, l'epidemiologo Pierluigi Lopalco, che ha commentato cosi un articolo pubblicato sul quotidiano La Stampa in cui si racconta dela morte di un 41enne originario di Canosa ma residente a Chiavari, ricoverato nell'ospedale della cittadina ligure, deceduto dopo polmonite provocata da coronavirus, nonostante fosse risultato per due volte negativo al tampone.

Per Lopalco "la diagnosi clinica in fase epidemica è più che sufficiente per imporre misure di isolamento".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due tamponi negativi ma muore per la polmonite da Coronavirus: la vittima aveva 41 anni ed era originaria di Canosa di Puglia

BariToday è in caricamento