menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Droni per evitare assembramenti nelle piazze: da domani in volo a Mola e Casamassima

Lo hanno cominciato i due sindaci, Giuseppe Nitti e Giuseppe Colonna, attraverso i loro profili Facebook: l'obiettivo è far rispettare il decreto per evitare la diffusione del coronavirus

I comuni di Casamassima e Mola di Bari useranno droni per monitorare la situazione ed evitare assembramenti come previsto dal decreto legge del governo per fronteggiare l'emergenza coronavirus. Lo hanno comunciato i due sindaci, Giuseppe Nitti e Giuseppe Colonna, attraverso i loro profili Facebook:"Bisogna restare a casa - scrive su facebook Nitti - nonostante messaggi, annunci e posti di blocco qualcuno ha ancora difficoltà a comprendere l’importanza di non uscire. Il nostro territorio è vasto e per rendere più efficaci ed istantanei i controlli, ora si alzeranno in volo i droni".

"Da domani (18 marzo 2020) partirà - ha invece dichiarato Colonna - un'attività sperimentale con l'utilizzo dei droni per individuare eventuali assembramenti nel territorio comunale. "Questo ci consentirà - dice il sindaco - di intervenire ancora più tempestivamente in caso di trasgressione delle regole. Che, lo voglio ricordare ancora una volta, servono a contenere il contagio e a tutelare la salute di tutti".

"La violazione dell'ordinanza - avverte Colonna - salvo che non costituisca più grave reato, è punibile con l’ammenda fino a duecentosei euro o con l'arresto fino a 3 mesi". 

Il sindaco di Mola di Bari ha comunicato anche che sono stati chiusi i parchi e le piazze della città. "Ho deciso di chiudere i Parchi e le Piazze del nostro paese - spiega il primo cittadino - perché sono davvero stanco di perdere tempo a rincorrere gente che non comprende la gravità della situazione. E' necessario rispettare le misure di contenimento previste nel decreto del presidente del Consiglio dei ministri e restare a casa. Si può uscire solo se strettamente necessario, per motivi di salute, per lavoro e per effettuare la spesa".

A tale proposito il sindaco ricorda che a Mola sono numerose le attività commerciali che hanno dato la propria disponibilità a fornire servizio a domicilio. Anche le farmacie consegnano, su richiesta, i farmaci a casa.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento