rotate-mobile
Cronaca

Coronavirus nel Barese, tre nuovi positivi a Mola: tra loro un dipendente del Comune. Primo caso a Casamassima

Tra i contagiati molesi anche un dipendente di un supermercato. Il sindaco Colonna: " Invito tutti a non avere allarmismi, bisogna restare tranquilli e responsabili"

Crescono i contagiati di coronavirus in vari centri del Barese. Tre nuovi positivi sono stati registrati a Mola, tra cui una donna, un uomo che lavorava in un supermercato ricoverato al 'Miulli' di Acquaviva e un dipendente del Comune.

A darne notizia il sindaco Giuseppe Colonna su Facebook "Il negozio - ha dichiarato sarà chiuso per due settimane e verrà sanificato ogni 2-3 giorni. Gli addetti dell'attività sono stati informati e i loro nominativi sono stati comunicati all'Asl che sta ricostruendo la filiera. Invito tutti a non avere allarmismi, bisogna restare tranquilli e responsabili - aggiunge il sindaco - senza lasciarsi trascinare dal panico". Per il caso del dipendente Comunale, Colonna specifica che l'uomo è "ricoverato da giorni al Policlinico - di Bari -. Non ho avuto contatti lui, in malattia da 10 giorni. Ovviamente abbiamo già sentito il Prefetto e adottato le prime misure. Tutti i dipendenti a contatto saranno in quarantena volontaria nei prossimi giorni".

Primo caso di coronavirus, invece, a Casamassima, come rivelato dal sindaco Giuseppe Nitti su Facebook: "Ve lo comunico con tristezza- scrive - ma vi chiedo con forza di farci sopraffare dalla curiosità con la caccia all’untore. Dobbiamo continuare a stare tranquilli, io cercherò di interfacciarmi con Als e Regione ma noi dobbiamo continuare a seguire le regole di buona condotta. Vi prego di stare tranquilli era una notizia che prima o poi sarebbe arrivata. Proseguiamo a vivre con un senso di comunità ora più che mai, faccio appello al vostro senso civico” ha concluso Nitti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus nel Barese, tre nuovi positivi a Mola: tra loro un dipendente del Comune. Primo caso a Casamassima

BariToday è in caricamento