menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid, 33 contagi in ditta di lavorazione carni a Palo del Colle: al via test rapidi sui lavoratori

Cento dipendenti dello stabilimento 'Siciliani' già sottoposti a tampone, dopo i primi cinque casi registrati: altri 28 i positivi. Il reparto interessato è stato sottoposto a sanificazione. La preoccupazione di Uila Puglia: "Sospendere le attività"

Trentatré dipendenti dell'azienda di lavorazione carni 'Siciliani' di Palo del Colle risultati positivi al Coronavirus, tutti addetti al reparto macellazione. A riportare la notizia è l'Ansa: il numero dei contagi è stato confermato dal vicepresidente della Regione Puglia, Antonio Nunziante.

Dopo i primi cinque casi che si erano registrati nei giorni scorsi, la Asl venerdì ha eseguito cento tamponi, di cui altri 28 con esito positivo. Dei primi cinque lavoratori, tre sono in isolamento domiciliare, uno è ricoverato ed un altro è stato già dimesso, mentre gli altri 28 dipendenti sono in quarantena, già messi in isolamento dopo i primi contagi.

Da domani su tutti gli altri dipendenti saranno effettuati test rapidi. Il reparto in cui si sono registrati i contagi è stato temporaneamente chiuso e sanificato, mentre tutti i lavoratori sono stati forniti di Dpi. Intanto il commissario prefettizio di Palo, Rosa Riflesso, attende la relazione chiesta alla Asl per valutare eventuali provvedimenti.

Sulla vicenda esprime preoccupazione, in una nota, la Uila Puglia: “In attesa di conoscere l’esito delle indagini epidemiologiche da parte del Dipartimento Prevenzione della Asl, chiediamo la sospensione di tutte le attività lavorative all’interno dello stabilimento di Palo del Colle della Siciliani Spa. Come Organizzazione Sindacale chiediamo con urgenza di essere messi al corrente di quanto sta avvenendo all’interno della sede di Palo del Colle al fine di sapere come stanno realmente le cose”, afferma il Segretario Generale della Uila Puglia e di Bari, Pietro Buongiorno. Questa mattina, rende noto Buongiorno, il sindacato ha inoltrato la richiesta di sospensione della attività attraverso una nota formale al prefetto di Bari Bellomo e al Vice Prefetto Vicario Riflesso.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento