Il punto di Decaro sul Covid a Bari: "Settanta ricoverati, cinque in terapia intensiva". Multe in mercati e zona movida

Il primo cittadino: "Nonostante l'aumento dei numeri non vi sono particolari problemi. Dobbiamo rispettare le restrizioni per ridurre piano piano i contagi. Non lasciatemi solo"

Settanta ricoverati e cinque persone in terapia intensiva su un totale di 536 contagiati, numero complessivo al quale oggi si sono aggiunti 31 casi: è la situazione covid nella città di Bari, secondo quanto affermato dal sindaco Antonio Decaro in una diretta Facebook.

Il primo cittadino ha preso parte, stamane, a una riunione in previsione del week-end assieme al direttore del Dipartimento Salute della Regione Puglia, Vito Montanaro, al futuro assessore pugliese alla Salute Pierluigi Lopalco, e il Direttore Dipartimento Prevenzione Asl Bari Domenico Lagravinese: nel cordo dell'incontro è stato analizzando l'andamento dell'epidemia nel capoluogo regionale, anche in base ai quartieri. Decaro ha spiegato che a Bari Vecchia il tasso di contagiati è dello 0,83% della popolazione, con 46 casi attivi al momento, in calo rispetto a qualche giorno fa. Al San Paolo invece il tazzo è dello 0,2% con 66 contagiati. Pochissimi casi a Loseto (1) e Torre a Mare (3): "Nonostante l'aumento dei numeri - ha dichiarato Decaro - non vi sono particolari problemi". 

Nei prossimi giorni vi saranno ulteriori incontri con tutti i 41 sindaci della Città Metropolitana, con l'Ufficio Scolastico Regionale e con i pediatri. Sul fronte delle scuole Decaro ha spiegato che a Bari vi è stata solo una chiusura, per due giorni, a causa di una sanificazione: "In tutta l'area metropolitana si contano 25 scuole" coinvolte ma solo per casi di persone "contagiate dall'esterno" che poi hanno frequentato gli istituti.

Per quanto riguarda, invece, le attività commerciali, il sindaco ha affermato che, nei giorni scorsi, vi sono state multe a clienti e operatori dei mercati di Japigia e Santa Scolastica a Carrassi e anche ad avventori e gestori di locali nell'Umbertino e in via Bozzi.; "La mascherina - dice Decaro - viene usata più di giorno che di sera  nonostante un obbligo totale e una multa da 400 a mille euro, con i soldi, lo ricordo, che non vanno al Comune. Le mascherine aiutano ad abbassare il rischio di contagio, come stare distanti. Possiamo uscire, stare insieme agli altri ma usiamo le mascherine. Faccio un appello ai ragazzi, ai gestori: un passo indietro per farne un passo in avanti. Se aumentano i casi, il governo, in alcune zone, potrebbe decidere di chiudere. Dobbiamo rispettare le restrizioni per ridurre piano piano i contagi. Non lasciatemi solo - conclude così Decaro - anche perché a volte mi viene lo scoramento". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tre 'mini zone rosse' a Bari vecchia, nell'Umbertino e a Poggiofranco: "No alla movida, controlli già da stasera"

  • Nuova stretta anticovid, entro domenica un altro Dpcm? Stop alle 22 per i ristoranti, no ai centri commerciali nel weekend

  • Stop a palestre, cinema, teatri e piscine, ristoranti chiusi alle 18: il nuovo dpcm in arrivo già in serata?

  • 'Caffè' al banco vietato dalle 18 dopo il nuovo Dpcm, la prima multa a Bari è per un bar del centro

  • Da lunedì stop alla didattica in presenza per gli ultimi 3 anni delle superiori, Emiliano: "Rallentiamo i contagi covid"

  • Incidente mortale nella notte a Japigia: 20enne sbalzato dalla moto muore sul colpo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento