Emergenza coronavirus, l'appello di Emiliano: "Ancora poche tute e mascherine dalla Protezione Civile" in Puglia

Il governatore: "Ieri una lunghissima riunione in videoconferenza con Roma per stabilire i criteri di ripartizione dei DPI tra le regioni. Con inuovi criteri la situazione dovrebbe migliorare"

Immagine di repertorio

Nella giornata di sabato 28 marzo "il fabbisogno di DPI non è stato coperto dagli invii della Protezione civile nazionale": è quanto ha dichiarato il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla situazione legata all'emergenza coronavirus.

In base ai dati del dirigente della sezione Protezione civile della Regione Puglia, Mario Lerario  tra il 27 e il 28 marzo sono arrivate dal Dipartimento Protezione Civile di Roma 1.335 mascherine ffp3, 62.740 mascherine ffp2, 112.600 mascherine chirurgiche, 36.000 mascherine TNT (di tipo Montrasio non a uso chirurgico), zero tute e ventilatori. La Regione ricorda che il fabbisogno giornaliero ammonta a 33500 mascherine ffp3, 33500 mascherine ffp2 e 21350 tute, nonché 408 ventilatori complessivi

"Nel pomeriggio" di ieri, "dalle ore 16 in poi - aggiunge Emiliano -, siamo stati impegnati in una lunghissima riunione in videoconferenza con Roma per stabilire i criteri di ripartizione dei DPI tra le regioni. È stato concordato un criterio che tenga conto del numero complessivo del personale socio-sanitario, comprensivo quindi di tutto il personale degli ospedali pubblici, privati ed ecclesiastici, ma anche di tutti i medici di famiglia, i pediatri di libera scelta, i medici della continuità assistenziale e tutto il personale socio-sanitario coinvolto nella gestione delle oltre 130 strutture per la cura degli anziani. Questo criterio dovrebbe mitigare gli effetti disastrosi del criterio che fino ad oggi la Protezione civile si è data, senza condividerlo con le Regioni, di ripartire i DPI secondo il numero dei contagiati. Abbiamo anche precisato che il criterio suddetto va anche corretto calibrandolo al numero della popolazione, per evitare che le regioni con il minor numero di dipendenti vengano penalizzate rispetto ad altre a parità di abitanti” conclude il governatore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Verso il Dpcm del 3 dicembre, tra ipotesi di nuove restrizioni e deroghe per i ricongiungimenti familiari

  • Scontro tra auto e bici sulla Statale 16 a Torre a Mare: muore ciclista 31enne

  • Tragico incidente sulla statale 16 a Bari: impatto tra auto e camion, muore donna

  • Investe ciclista sulla ss16 e fugge, arrestata pirata della strada: positiva all'alcol test

  • "Puntiamo alla zona gialla". Decaro: "Con misure meno restrittive per un Natale più sereno"

  • Emiliano fa il punto sull'epidemia covid: "In Puglia indice rt a 1,06. Da noi 15 giorni di ritardo per riapertura scuole"

Torna su
BariToday è in caricamento