Domenica, 25 Luglio 2021
Cronaca

Terapie intensive e ricoveri in continua crescita, l'appello dei medici alla Regione: "La Puglia sia zona rossa"

Ad affermarlo è Filippo Anelli, presidente nazionale FnOmceo e dell’Ordine dei medici di Bari a fronte dei dati epidemiologici della Puglia, che continuano a salire nonostante le misure restrittive

“Il virus continua a diffondersi a una velocità preoccupante in Puglia. L’assessore Lopalco chieda subito al governo di rendere la Puglia regione rossa” : ad affermarlo è Filippo Anelli, presidente nazionale FnOmceo e dell’Ordine dei medici di Bari a fronte dei dati epidemiologici della Puglia, che continuano a salire nonostante le misure restrittive.

Nell'ultima settimana, tra il 9 e il 15 novembre, ci sono stati 8.737 nuovi casi, con un incremento giornaliero medio di 1.248, contro i 7.075 nuovi casi e una media giornaliera di 1011 della settimana precedente. Il totale complessivo dei ricoverati è passato da 5.284 della settimana precedente agli attuali 8.120 (+ 2.836), mentre i pazienti complessivi in terapia intensiva sono passati da 754 a 1.053 (+299). Sono cresciuti anche i pazienti in isolamento domiciliare: sono saliti da 93.346 a 140.093 (+46.747).

“Le restrizioni adottate non riescono ad arginare la diffusione del virus. Con questi ritmi di crescita rischiamo il collasso del sistema. Urge adottare subito misure più restrittive” rimarca Anelli.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terapie intensive e ricoveri in continua crescita, l'appello dei medici alla Regione: "La Puglia sia zona rossa"

BariToday è in caricamento