Cronaca

Navigli di Milano affollati nei primi giorni della Fase 2, il sindaco di Polignano: "E poi dicono che al Sud siamo indisciplinati"

Domenico Vitto (presidente di Anci Puglia): "Io da primo cittadino avrei allungato i tempi per la riapertura e avrei richiuso tutto. Se ci sono irresponsabili, non funziona"

Foto Ansa

"E' da incoscienti. In questa seconda fase bisogna abituarsi a una diversa normalità e bisogna anche abituarsi a convivere con il virus. Non significa che si può fare tutto quello che si vuole, non significa 'tutti liberi'. Io da sindaco avrei allungato i tempi per la riapertura e avrei richiuso tutto": a parlare, intervistato da AdnKronos, è il sindaco di Polignano a Mare, Domenico Vitto, presidente di Anci Puglia, con riferimento ai Navigli di Milano pieni di assembramenti nonostante l'emergenza coronavirus.

"Bisogna rispettare le linee guida che il governo ci ha imposto - ha aggiunto - solo così potremo venirne fuori realmente. Altrimenti, ahimè, rischiamo di ricadere nella trappola del virus e poi sarà dura venirne fuori, sia sul piano sanitario che economico. Poi dicono che quelli indisciplinati siamo noi del Sud. Ci viene data la possibilità di cominciare a ritornare a vivere e a respirare e poi non ci si comporta in modo responsabile. Questa seconda fase - rimarca Vitto - è tutta nelle mani di ognuno di noi e della nostra responsabilità. Se ci sono irresponsabili, non funziona. Di economia e salute si parla a livello nazionale, quindi bisogna essere disciplinati tutti allo stesso modo".

(Foto Ansa)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Navigli di Milano affollati nei primi giorni della Fase 2, il sindaco di Polignano: "E poi dicono che al Sud siamo indisciplinati"

BariToday è in caricamento