Test sierologici per i dipendenti dell'Amiu: da domani i primi 50 prelievi di sangue

Si tratta, spiega l'azienda, di uno screening generalizzato che integra il Protocollo di sorveglianza sanitario per tutti e mille i dipendenti della Società

Cominceranno anche a Bari, da domattina, gli esami sierologici per i dipendenti di Amiu Puglia, l'azienda cittadina di igiene urbana. Saranno effettuati, nell'infermeria aziendale di via Fuzio, nella zona industriale, i primi 50 prelievi di sangue a tutto il personale, con l'obiettivo della ricerca degli anticorpi contro il coronavirus covid-19. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Si tratta, spiega l'azienda, di uno screening generalizzato che integra il Protocollo di sorveglianza sanitario per tutti e mille i dipendenti della Società. Le procedure di analisi, affidate ad un Laboratorio di conclamata professionalità, sono svolte in collaborazione con i medici del Servizio sanitario radioprotezione medica della Asl Bari, coordinati dal dottor Franco Polemio. La somministrazione del test e la raccolta dei referti avviene a cura di personale medico-infermieristico specializzato, secondo elevati standard di biosicurezza e con l’ausilio di tutti i dispositivi di protezione individuali adottati in ambito sanitario. Preliminarmente alla somministrazione del test rapido, la procedura prevede la rilevazione della temperatura corporea.
 
Qualora si verifichi un esito “positivo“, prosegue Amiu in una nota, "il Servizio di sorveglianza sanitaria della Asl disporrà la temporanea inidoneità lavorativa con decorrenza immediata del dipendente, dandone comunicazione all’azienda e al Dipartimento di prevenzione della Asl Bari. Sarà quest’ultimo a valutare l’eventuale necessità della somministrazione del tampone oro-faringeo, mentre il dipendente sarà invitato a mantenere l’isolamento fiduciario con sorveglianza attiva nel proprio domicilio". Nei giorni scorsi alcuni dipendenti Amiu sono stati colpiti dal coronavirus e alcuni di loro sono attualmente ricoverati.
 
“La priorità che ci siamo dati in questo momento – spiega il presidente di Amiu Puglia Sabino Persichella - è garantire la massima tutela agli operatori che, come è noto, assicurano un servizio essenziale e, pertanto, devono proseguire nel proprio lavoro. Siamo ogni giorno al nostro posto per garantire il servizio di raccolta e sanificazione. Anche gli operatori di Amiu sono eroi del quotidiano” conclude Persichella.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tre 'mini zone rosse' a Bari vecchia, nell'Umbertino e a Poggiofranco: "No alla movida, controlli già da stasera"

  • Nuova stretta anticovid, entro domenica un altro Dpcm? Stop alle 22 per i ristoranti, no ai centri commerciali nel weekend

  • 'Caffè' al banco vietato dalle 18 dopo il nuovo Dpcm, la prima multa a Bari è per un bar del centro

  • Da lunedì stop alla didattica in presenza per gli ultimi 3 anni delle superiori, Emiliano: "Rallentiamo i contagi covid"

  • Stop a palestre, cinema, teatri e piscine, ristoranti chiusi alle 18: il nuovo dpcm in arrivo già in serata?

  • Incidente mortale nella notte a Japigia: 20enne sbalzato dalla moto muore sul colpo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento