Martedì, 21 Settembre 2021
Cronaca

Puglia regione da "codice rosso": nella seconda ondata +86% ricoveri, verso la saturazione posti di terapia intensiva

Tra queste la Puglia, con ricoveri pari all'86% in più in rapporto ad aprile, mentre per quanto riguarda le terapie intensive si registra un +53% rispetto a sei mesi fa

La Regione Puglia è tra le sette regioni considerate a rischio per quanto riguarda l'occupazione dei posti letto nelle strutture sanitarie. Ad oggi, 30 ottobre 2020, sono 718 i ricoverati.

La curva dei contagi ha assunto di nuovo un andamento esponenziale e il 'tacco' d'Italia è tra le sette regioni da "codice rosso", "perché palesano un aumento dei ricoveri in ospedale e nelle terapie intensive molto sostenuto se confrontato con quello della fase acuta registrata ad aprile. Tra queste la Puglia, con ricoveri pari all'86% in più in rapporto ad aprile, mentre per quanto riguarda le terapie intensive si registra un +53% rispetto a sei mesi fa.

Il dato emerge dall'ultimo rapporto pubblicato dall'osservatorio nazionale sulla salute nelle regioni italiane. "La preoccupazione maggiore è che la crescita possa tornare ad aumentare la pressione sulle strutture ospedaliere, in particolare nelle terapie intensive".

La Puglia si avvicina anche alla totale saturazione della capacità aggiuntiva dei posti di terapia intensiva (99,95%). In altre otto regioni si stanno già utilizzando i posti letto di terapia intensiva che dovrebbero essere dedicati ai pazienti non Covid-19. Il dato è emerso dalla 26.esima puntata dell'Instant Report Covid-19 dell'Alta scuola di economia e management dei sistemi sanitari (Altems) dell'università Cattolica, che effettua un confronto sistematico dell'andamento della diffusione di Sars-Cov-2 a livello nazionale.

Le regioni interessate sono Umbria, Lombardia, Marche, Toscana, Emilia-Romagna, Abruzzo, Calabria e Campania.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Puglia regione da "codice rosso": nella seconda ondata +86% ricoveri, verso la saturazione posti di terapia intensiva

BariToday è in caricamento