Quindicimila persone rientrate in Puglia dal 4 maggio, rilevati due casi positivi Covid19: uno è del Barese

Si tratta di un a donna tarantina asintomatica proveniente da Milano e di una barese rientrata da Bergamo non diagnosticata in precedenza

Sono 2 i casi positivi di covid-19 rilevati da altrettanti pugliesi tra quelli rientrati dal nord Italia a partire dal 4 maggio scorso. Lo informa la Regione Puglia. Si tratta di due persone provenienti dalla Lombardia. In tutto sono 15mila i pugliesi che hanno fatto ritorno da fuori regione ai quali è stata imposta una quarantena di 14 giorni con obbligo di autosergnalazione.

"Stiamo realizzando un vero e proprio lavoro di intelligence con i nostri dipartimenti di prevenzione Asl - ha dichiarato il presidente della Regione Michele Emiliano -. Queste persone" rientrate in Puglia "vengono contattate dalle Asl che svolgono un’azione di sorveglianza attiva nei loro confronti. Grazie a questo lavoro abbiamo individuato due casi positivi al Covid19, provenienti uno da Milano e l’altro da Bergamo. Quindi abbiamo immediatamente iniziato a ricostruire i contatti stretti per metterli in isolamento e chiudere la catena di contagio. Non servono altre parole per ribadire quanto sia importante rispettare le regole e avere condotte individuali responsabili. La nostra ordinanza resta quindi uno strumento di prevenzione molto importante”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il professor Pier Luigi Lopalco, a capo della Task Force Epidemiologica della Regione Puglia, fornisce ulteriori dettagli sui casi rilevati: “Il caso proveniente da Milano - afferma - riguarda una donna pugliese asintomatica, della provincia di Taranto, che si è autosegnalata e messa in quarantena. Dalla sorveglianza attiva effettuata tramite colloquio telefonico è emerso che la donna aveva a sua volta avuto contatto con un caso positivo Covid, ma a Milano non era mai stata intercettata e sottoposta ad alcuna misura né diagnostica né di isolamento. Sottoposta a tampone in Puglia, è risultata positiva. Il caso proveniente da Bergamo si riferisce ad una signora della provincia di Bari che, pur avendo sintomi lievi riconducibili al Covid, non era mai stata diagnosticata. Una volta autosegnalata in Puglia e messa in isolamento fiduciario, grazie sempre alla sorveglianza attiva effettuata dal Dipartimento di prevenzione, le è stato effettuato il tampone che è risultato positivo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il professor Lopalco ottimista sull'epidemia: "La prima ondata pandemica del covid-19 si è spenta"

  • "Se mi riprendi ti butto a mare": giornalista e operatore Rai aggrediti sul lungomare mentre filmavano gli assembramenti

  • Vieni a ballare in Puglia: verso la riapertura delle discoteche all'aperto

  • Superbonus al 110%, ristrutturare casa a costo zero: chi può richiedere la detrazione e quali lavori effettuare

  • Quattordici marittimi della Costa Crociere ricoverati per covid ad Acquaviva: "Tutti asintomatici"

  • Coronavirus, al via i test sierologici gratuiti per l'indagine nazionale: 27 i Comuni della provincia di Bari coinvolti

Torna su
BariToday è in caricamento