menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuovi contagi di covid nelle scuole, Lopalco: "Tamponi per il rientro solo se ci sono casi sospetti o acclarati"

L'epidemiologo: "Stiamo predisponendo dei chiarimenti alle linee guida nazionali sui rientri a scuola degli studenti e bambini dei nidi - spiega - dopo un'assenza per malattia, perché abbiamo registrato una eccessiva e inutile richiesta di tamponi"

"Il tampone per il rientro" a scuola "va chiesto ed effettuato solo se c'è un caso sospetto o acclarato": ad affermarlo, interpellato dall'Ansa, il futuro assessore alla Sanità della Regione Puglia, Pierluigi Lopalco parlando della gestione dell'epidemia covid dopo i primi casi di contagio registrati negli istituti a seguito della ripresa delle lezioni. 

"Stiamo predisponendo dei chiarimenti alle linee guida nazionali sui rientri a scuola degli studenti e bambini dei nidi - spiega - dopo un'assenza per malattia, perché abbiamo registrato una eccessiva e inutile richiesta di tamponi anche quando c'è, da parte dei medici e pediatri, una chiara diagnosi di no Covid". 

I contagi a scuola rappresentano "una situazione normalissima - sostiene Lopalco - ce lo aspettavamo e non sta accadendo nulla che non avessimo preventivato. Ma non c'è alcun allarme particolare". Le incertezze riguardano i rientri a scuola degli studenti dopo un'assenza per malattia: "Stiamo notando una eccessiva posizione di difesa sul tema - prosegue Lopalco - per questo stiamo predisponendo dei chiarimenti. Il tampone per il rientro va chiesto ed effettuato solo se c'è un caso sospetto o acclarato"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scuola in Puglia, c'è l'ordinanza di Emiliano: superiori in Ddi per un'altra settimana, per elementari e medie resta la scelta alle famiglie

social

Nuova arma contro il Coronavirus, farmaco già in uso efficace contro l'infezione Sars-CoV-2: è la ricerca dell'Università degli Studi di Bari

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento