Nascosti in un tir e pronti per l'esportazione: decine di migliaia di guanti monouso sequestrati nel porto di Bari

Un carico è stato rinvenuto da funzionari dell'Agenzia delle Dogane e Monopoli e Guardia di Finanza nel corso di controlli nello scalo barese

Un carico di 80mila guanti in lattice monouso è stato sequestrato nel porto di Bari da funzionari dell'Agenzia delle Dogane e Monopoli e Guardia di Finanza, impegnati nel contrasto di traffici illeciti. I beni erano pronti per essere esportati nonostante i divieti ed erano contenuti in un autocarro in attesa d'imbarco su una motonave diretta in Albania con destinazione Montenegro.

Il carico aveva la dicitura 'Guanti di sicurezza antinfortunistica': all'interno, invece, vi erano quelli monouso, utili nell'emergenza coronavirus in corso, utilizzati da sanitari, forze di polizia e lavoratori in genere, tra i dispositivi di protezione individuale contenuti nella circolare del Ministero della Salute e per i quali, secondo le direttive del Dipartimento della Protezione Civile, ne è vietata l'esportazione senza autorizzazioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Positivo al Coronavirus, viola la quarantena ed esce per fare la spesa: barese beccato dai carabinieri

  • Come proteggersi dal contagio del ''Coronavirus'': le mascherine, i disinfettanti e le abitudini igieniche

  • Tragedia a Bari: scende per ritirare la frutta, cade a terra e muore. "La versione dell'infarto non convince i figli"

  • Party di compleanno per i 18 anni nonostante i divieti coronavirus: in casa arriva la Polizia, scattano multe salatissime

  • "Non abbiamo più spazio nei cimiteri, dovete rispettare le regole", lo sfogo di Decaro nella diretta social: "Così non ne usciamo più"

  • Primo decesso per Coronavirus a Modugno, il dolore del sindaco Magrone: "Una sconfitta di tutti"

Torna su
BariToday è in caricamento