Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

La Regione 'blocca' macchinari per tamponi da ditta di Modugno: erano diretti in Veneto, "troppi pochi test qui"

L'ordinanza non è stata ancora eseguite. Il governatore specifica: "Di fronte alle legittime esigenze della Puglia la ditta Menarini e la ditta Masmec si sono subito adoperate per trovare l’adeguata soluzione, che è in via di individuazione"

Foto sito Masmec

La Regione Puglia ha emesso un'ordinanza per requisire due strumentazioni per l'analisi dei tamponi prodotte dall'azienda Masmec di Modugno, destinati al Veneto. La notizia è riportata su alcuni quotidiani locali pugliesi. Il provvedimento ha data del 1° aprile e, nonostante l'invio dei Carabinieri per l'esecuzione, non è stato ancora eseguito "perché - ha spiegato il governatore Michele Emiliano - di fronte alle legittime esigenze della Puglia la ditta Menarini e la ditta Masmec si sono subito adoperate per trovare l’adeguata soluzione, che è in via di individuazione".

La questione riguarda la volontà, da parte della Puglia, di aumentare il numero di tamponi attualmente eseguiti giornalmente, in media poco più di 1000, per fronteggiare al meglio l'epidemia legata al coronavirus Covid-19. Altre regioni, spiega il governatore, hanno disponibilità maggiori di macchinari, potendo effettuare 5-6 mila tamponi giornalieri, potendo quindi contare su un'analisi più approfondita del contagio. Di qui l'ordinanza, anche per la difficoltà nel reperire sul mercato strumentazioni simili: al momento, però, il provvedimento non è stato ancora eseguito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Regione 'blocca' macchinari per tamponi da ditta di Modugno: erano diretti in Veneto, "troppi pochi test qui"

BariToday è in caricamento