Cronaca

Nuove 'ondate' di pugliesi dal nord nei giorni dell'emergenza coronavirus, Emiliano: "Rinchiudetevi in casa"

Il presidente della Regione si rivolge con un accorato appello a chi ha preso treni e bus per far ritorno nella terra natìa: "Altri potenziali contagi che avremmo potuto evitare"

Le immagini della stazione centrale di Milano nella notte tra sabato 7 e domenica 8 marzo, prima del'annuncio del decreto del Presidente Conte che istituiva la zona 'rossa' in Lombardia e altre province italiane

"Di nuovo ondate di pugliesi che tornano in Puglia dal nord. E con loro arrivano migliaia di possibilità di contagio in più": il governatore pugliese Michele Emiliano ha commentato così, su Facebook, i tanti arrivi di queste ore da località del Nord Italia, da parte di pugliesi rientrati a casa nei giorni in cui infuria l'emergenza coronavirus.

Il presidente della Regione si rivolge con un accorato appello a chi ha preso treni e bus per far ritorno nella terra natìa: "Avrete probabilmente esibito ai soldati alla stazioni - dice Emiliano - le vostre legittime autocertificazioni sulla motivazione del vostro ritorno, spero che abbiate le mascherine e che teniate la distanza di un metro l’uno dall’altro in treno. Fatto sta che ci state portando tanti altri focolai di contagio che avremmo potuto evitare". In pochi giorni migliaia e migliaia di persone hanno fatto rientro in Puglia aggravando la nostra già drammatica situazione".

"Vi ricordo che appena arrivate dovete richiudervi in casa e che dovete stare lontani da genitori, fratelli, nipoti, amici, nonni e malati che rischiano di morire se contagiati. Dovrete rimanere in casa almeno per altri 14 giorni e comunque per tutto il tempo di durata del decreto del Presidente del Consiglio. E dovete anche dichiarare la vostra presenza sul sito della Regione Puglia" conclude Emiliano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuove 'ondate' di pugliesi dal nord nei giorni dell'emergenza coronavirus, Emiliano: "Rinchiudetevi in casa"

BariToday è in caricamento