Venerdì, 6 Agosto 2021
Cronaca Santo Spirito

A folle velocità in motoscafo tra i bagnanti, la polizia arresta il fratellastro di Cassano

E' accaduto a Santo Spirito. Giovanni Cassano, fratellastro del calciatore barese Antonio, è stato fermato dopo un inseguimento in mare. Secondo la polizia, già due settimane fa avrebbe investito con un natante un bagnante, a cui sono stati applicati 14 punti di sutura

Sfrecciava a folle velocità con un motoscafo a pochi metri dalla riva, tra i bagnanti. Sono state proprio le segnalazioni fatte alla polizia e alla Capitaneria di Porto da alcune persone che si trovavano in quel momento sulla spiaggia di Santo Spirito a far scattare l'intervento delle forze dell'Ordine.

La squadra nautica della polizia ha così intercettato il potente motoscafo, condotto da Giovanni Cassano, 41 anni, fratellastro del calciatore Antonio. Inseguito anche da un'unità navale della Capitaneria, l'uomo è stato fermato una prima volta all' imboccatura del porto di Bari, ma ha ripreso la fuga ad alta velocità prima di essere definitivamente bloccato nel porto di Santo Spirito.

Cassano e le cinque persone a bordo - di cui quattro con precedenti penali - sono state identificate e condotte in Questura. Cassano, che ha vari precedenti penali ed è sottoposto a sorveglianza speciale,  è stato arrestato per resistenza e minaccia a pubblico ufficiale, inosservanza delle prescrizioni imposte dalla misura della sorveglianza speciale, rifiuto di fornire le proprie generalità e violazione di due articoli del Codice di navigazione. Il fratellastro del calciatore è stato inoltre denunciato per lesioni ed omissioni di soccorso: secondo la polizia, infatti, due settimane fa avrebbe già investito con un natante un bagnante, a cui sono stati applicati 14 punti di sutura, dandosi alla fuga subito dopo il fatto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A folle velocità in motoscafo tra i bagnanti, la polizia arresta il fratellastro di Cassano

BariToday è in caricamento