Cronaca

Accessi più veloci e minore rischio di contagio al pronto soccorso: arriva la 'fast track' al Giovanni XXIII

Il doppio binario di accesso era stato già sperimentato quando fu accertato il caso di una neonata positiva, attualmente ricoverata al pediatrico

Una 'corsia di accesso veloce' per i casi sospetti di Covid-19 è stata attivata da oggi nell'ospedale pediatrico Giovanni XXIII di Bari. Una precauzione sperimentale che permetterà quindi l'accesso nel pronto soccorso in modo più veloce, diminuendo i rischi di contagi. L'Ospedaletto aveva in realtà già sperimentato il 'doppio binario di accesso' dopo il primo caso di positività al Covid-19 da parte di una neonata tuttora ricoverata al pediatrico.

Il primo accesso, al momento dell'arrivo al pronto soccorso, prevede un pre-triage esterno unico. I genitori vengono accolti in un box fuori dall'edificio dove gli infermieri raccolgono le informazioni sui sintomi del bambino. Se il genitore riferisce una sindrome respiratoria, cioè febbre e tosse persistenti, si attiva il "fast-track infettivologico", che indirizza il bambino direttamente in un ambulatorio dedicato. Qui il personale del pronto soccorso valuta se le condizioni del bambino richiedono il ricovero.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Accessi più veloci e minore rischio di contagio al pronto soccorso: arriva la 'fast track' al Giovanni XXIII

BariToday è in caricamento