"Corso Italia come un orinatoio pubblico, una zona sempre più nel degrado"

Il racconto-sfogo di una cittadina sulla pagina Fb del sindaco: "Per ben due volte mi sono trovata faccia a faccia con uomini che avevano appena terminato i loro bisogni. E' questo il destino di quelle zone?"

Non solo l'allarme per la presenza di siringhe abbandonate. Da tempo ormai si moltiplicano le segnalazioni relative al degrado in corso Italia, per la presenza di rifiuti, ma anche di rifugi di fortuna spesso occupati da persone senza fissa dimora. Ultimo, in ordine di tempo, il racconto di una cittadina sulla pagina Fb del sindaco Antonio Decaro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Nelle ultime settimane - scrive la giovane donna - ho notato, con notevole turbamento, che Corso Italia è diventato l'orinatoio pubblico della nostra città! Mi spiego meglio: per ben 2 volte mi sono trovata faccia a faccia con uomini con pantaloni e cinture slacciate, che avevano appena terminato di fare i loro bisogni! La prima volta erano le 14 circa (erano ben 2 uomini e io ero sola), dopo un paio di settimane ho assistito alla stessa scena intorno alle 10. Spero possa comprendere quanto una vicenda del genere possa generare ansia e paura in una ragazza che raggiunge quotidianamente il luogo di lavoro o di studio da sola! Queste volte sono stata fortunata, ho incontrato uomini con le braghe calate che dovevano "solo" fare pipì, ma se incontrassi uomini con le braghe calate per altri scopi?". "Non le nascondo - prosegue la cittadina - che nonostante sia sempre stata a conoscenza del rinomato stato di degrado di Corso Italia e dintorni, negli ultimi giorni attraverso quella zona con molta più angoscia. Non le nascondo che sto pensando anche di cambiare il mio percorso quotidiano, impiegando più tempo, ma passando da via Sparano e dalla stazione: strade illuminate, da poco ristrutturate, movimentate e forse più sicure". Però - conclude - mi chiedo e le chiedo: è questo dunque il destino di zone come quella di Corso Italia, Via Manzoni o Via Sagarriga Visconti? Diventare l'orinatoio della nostra città? Diventare un luogo frequentato solo da gente poco raccomandabile, ubriaca o drogata?".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vipera in giardino: come riconoscerla e cosa fare in caso di morso

  • Uccio De Santis positivo al coronavirus, annullato spettacolo in Svizzera: "Sono forte, ci vediamo presto"

  • Raffaele Fitto positivo al Covid-19 con la moglie, l'annuncio: "Tampone dopo contagio di uno stretto collaboratore"

  • Il Coronavirus fa ancora paura nella provincia: un decesso a Polignano, crescono i contagi a Noicattaro

  • Vento forte e temporali in arrivo nel Barese: scatta l'allerta meteo arancione

  • Contagi dopo festa di 18 anni, chiude scuola ad Altamura: "Inconcepibili party per ballare"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento