menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Corteo San Nicola, danzatori aerei e spettacolo. Decaro: "Protagonisti i baresi"

Presentata l'edizione 2016 della Caravella: anteprima il 6, poi la vera e propria sfilata per la direzione artistica di Francesco Brollo e la regia di Elisa Barrucchieri. Torneranno a sfilare i cavalli

"L’orgoglio di un’intera città che coronava il sogno di avere un Santo patrono venerato in tanti dei Paesi del bacino del Mediterraneo, un Santo attorno al quale i baresi hanno costruito la propria identità. Sono molto contento che la festa di quest’anno coinvolga i baresi in prima persona, nelle forme più svariate". E' il sindaco Antonio Decaro a raccontare le novità della 'Caravella' 2016, il corteo storico della Sagra di San Nicola, in programma come da tradizione il 7 maggio, quest'anno di sabato nel bel mezzo di un weekend da tutto esaurito per la città di Bari. L'appuntamento sarà realizzato con la direzione artistica di Francesco Brollo, coadiuvato da Laura Custode. Assieme alla tradizionale ricostruzione storica dell'impresa dei 62 marinai, che traslarono le ossa del Santo da Myra a Bari, vi sarà uno spettacolo di danza aerea per la regia di Elisa Barrucchieri, proposto da grandi nomi internazionali del settore come RexExtensa in collaborazione con Motus Modules e Noè-Molecole Show, il tutto con la collaborazione istituzionale di Comune, Teatro Pubblico Pugliese, oltre di sponsor come Bcc e Futura Enterprise.

Il corteo si svolgerà lungo il tradizionale itinerario da Corso Vittorio Emanuele attorno alla Città vecchia per poi concludersi nella piazza antistante la Basilica di San Nicola: lungo il percorso, a differenza dello scorso anno, verranno posizionate le transenne e ciò permetterà il ritorno (gradito ai baresi) dei figuranti a cavallo. Lo spettacolo di danza aerea, invece, svolterà su Corso Cavour per terminare davanti al Teatro Petruzzelli. Il progetto di Brollo coinvolgerà i residenti della città vecchia e gli alunni della scuola 'Umberto I-San Nicola', protagonisti nel quadro dedicato al miracolo dei fanciulli. Gli abitanti del Borgo Antico, inoltre, addobberanno i balconi con ceri e drappi colorati la sera del corteo. Tra i partecipanti alla sfilata anche i ragazzi del settore giovanile dell'Fc Bari 1908, interpretando i marinai della storica impresa del 1087. Venerdì 6 invece vi saranno, nel pomeriggio, alcuni appuntamenti per coinvolgere la cittadinanza con artisti di strada, banchetti medievali e concerti nei luoghi più suggestivi di Bari Vecchia: alle 20, inoltre, sul Molo Sant'Antonio, verrà messo in scena lo sbarco delle ossa di San Nicola con figuranti, fiaccole e padelle luminose. A supportare le iniziative anche PugliArte e Velo Service che accompagneranno i turisti negli itinerari alla scoperta dei gioielli storici del capoluogo.

SAN NICOLA 2016: TUTTI GLI EVENTI IN PROGRAMMA

“L’edizione del Corteo di san Nicola dello scorso anno - ha spiegato il sindaco Antonio Decaro nella conferenza stampa di presentazione svoltasi al Fortino Sant'Antonio - puntava sulla ricostruzione filologica della navigazione dei 62 marinai, della traslazione delle ossa del santo, una storia considerata unanimemente una della narrazioni storiche più suggestive di tutti i tempi. Quest’anno invece saranno esaltati gli aspetti spettacolari della tradizione popolare che racconta come i baresi vissero l’arrivo delle reliquie del vescovo di Myra nel 1087.Quest’anno - ha proseguito - la festa patronale si svolgerà lungo un intero weekend, rappresentando per noi un’importante occasione turistica. Anche per questo, abbiamo voluto fortemente che da quest’anno ci fosse un sito web dedicato all’appuntamento nicolaiano, tradotto in 5 lingue, compreso il dialetto barese. Questo sito resterà di proprietà del Comune di Bari. Quella che può sembrare una piccola cosa è invece un passo importante  nel percorso di valorizzazione del patrimonio culturale della città che abbiamo avviato. Ogni anno punteremo ad acquisire un elemento nuovo che si aggiungerà al materiale degli anni precedenti, così da creare un patrimonio consolidato di esperienza e di strumenti. Da oggi, siamo tutti impegnati a richiamare l’attenzione sul nostro corteo storico e su  uno spettacolo straordinario che permetterà a tutti di conoscere la nostra storia, le nostre tradizioni, la nostra città con la possibilità di assistere alla rappresentazione dei miracoli di san Nicola, lì dove è giusto che siano, sospesi nella magia del cielo”.

“La Basilica di San Nicola è pronta ad accogliere i fedeli che vorranno partecipare a questo grande momento di fede in occasione del 929° anniversario della traslazione - ha detto padre Ciro Capostosto, priore della Basilica -. Ci siamo attivati con i gruppi di pellegrini in arrivo dall’Italia e li abbiamo già incontrati: saranno numerosi. Abbiamo ricevuto anche richieste di pellegrini che giungeranno a Bari dall’estero - da Malta, dalla Germania, dalla Svizzera, dal Belgio, dall’Olanda - per unirsi ai nostri festeggiamenti nel nome del Santo. 

“Quello che rappresenterò è un’aggiunta a questo corteo – ha affermato Elisa Barucchieri - tentando di rappresentare il sogno, la leggerezza, l’aria, attraverso le evoluzioni della danza aerea. Questo è potuto accadere per una serie magica di incastri e incontri: tutto è nato grazie ad un bando della Regione del TPP, che ci ha consentito di tenere una residenza artistica con una grande compagnia di danza aerea, e all’intuizione del Comune, che ci ha proposto questa bellissima avventura. Il nostro spettacolo vuole mantenere una dimensione ultraumana, extraumana, che prende forma nel cielo e sarà itinerante per essere visibile dal maggior numero possibile di persone".

“Da quando mi hanno chiesto di ideare un progetto per il corteo di quest’anno - ha invece sottolineato il direttore artistico, Francesco Brollo - ho sempre immaginato di valorizzare l’intera comunità barese, in tutte le sue componenti. Per questo ho cominciato a parlare con tutte le persone che guardano e vivono il corteo come il momento più alto di rappresentazione dei valori della nostra comunità. In questo percorso mi sono stati di grande aiuto i padri della Basilica, il Comitato feste patronali ed Elisa Barucchieri, con cui abbiamo trovato una grande sintonia. Mi auguro che questo grande spirito di collaborazione si possa cogliere la sera del 7 maggio, rappresentando quel valore aggiunto per me irrinunciabile. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento