menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Box auto abusivi trasformati in covi per i clan: la scoperta tra le case popolari di Japigia

Blitz della Squadra Mobile in via Appulo: i manufatti erano dotati di porta blindata, botole e spioncini. Quattro denunciati. Ai controlli hanno preso parte anche Scientifica, Unità Cinofile e Polizia Locale

Box auto realizzati abusivamente, in lamiera o muratura, dotati di porta blindata, spioncino e vetro anti proiettile: a scoprire i 'covi' utilizzati dalla criminalità organizzata sono stati gli agenti della Squadra Mobile, nel corso di controlli e perquisizioni tra le case popolari di via Guglielmo Appulo, nel 'Quadrilatero' del quartiere Japigia di Bari.

Il video: viaggio nei box sequestrati a Japigia

Gli agenti, in collaborazione con la Scientifica, la Sezione Cinofili, la Polizia Municipale e i Vigili tecnici della Ripartizione urbanistica del Comune, hanno effettuato perquisizioni in due intere aree condominiali dove sono stati individuati 4 manufatti abusivi.

Botole nascoste "per agevolare la fuga"

Alcune erano dotati di botole nascoste che permettevano una via di fuga consentendo un passaggio pedonale tra le aree delle palazzine popolari. A guardia delle aree c'erano due cani rottweiler. Si ritiene che i covi, alcuni arredati e muniti di condizionatore, siano stati utilizzati da esponenti della criminalità organizzata anche per riunirsi e pianificare attività illecite. I proprietari dei quattro manufatti sono stati denunciati per il reato di invasione di terreni ed edifici, nonché per la violazione alle norme urbanistico-edilizie. Già avviate le pratiche per la demolizione dei box. Gli agenti, inoltre, nel vano caldaie di uno degli immobili interessati dalle perquisizioni a domicilio, hanno rinvenuto e sequestrato un involucro di cellophane contenente 10 grammi di marijuana.


Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento