I medici favorevoli a più restrizioni verso Natale: "Sacrifici in Puglia per poi ridare fiato alle attività e al servizio sanitario"

Ad affermarlo, in un post su Facebook, è il dottor Filippo Anelli, presidente nazionale FnOmceo e a capo dell'Ordine dei Medici di Bari

"Continuiamo a credere che l'unico sistema per accelerare un decremento dei contagi sia quello di adottare misure restrittive. Un breve periodo di sacrificio per poi ridare fiato alle attività commerciali e produttive e soprattutto al servizio sanitario per assicurare cure idonee a tutti, malati di Covid 19 e soprattutto quelli in maggioranza non Covid". Ad affermarlo, in un post su Facebook, è il dottor Filippo Anelli, presidente nazionale FnOmceo e a capo dell'Ordine dei Medici di Bari.

Anelli ha commentato le "scelte cromatiche nella gestione della pandemia in Puglia" sulle zone di contenimento,  postando anche la pagina di un quotidiano salentino che attraverso dei grafici compara i "risultati tra due regioni che sono diventate rosse, Campania e Lombardia e la Puglia, quando era arancione. I risultati purtroppo sono completamente diversi". Per Anelli, dunque, è necessario adottare misure restrittive.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il van di Borghese sbarca a Bari: lo chef premia il miglior ristorante di crudo di mare

  • "Qui il crudo di mare è una vera favola", Alessandro Borghese e la sfida di '4 Ristoranti' a Bari: il migliore? E' a Santo Spirito

  • Arriva il freddo russo, temperature in picchiata anche in Puglia: rischio neve a quote basse

  • Ultimo giorno di zona gialla, da domani la Puglia torna in arancione: cambiano regole e divieti

  • Scuola in Puglia, c'è l'ordinanza di Emiliano: superiori in Ddi per un'altra settimana, per elementari e medie resta la scelta alle famiglie

  • Nuovo Dpcm in arrivo: ecco regole e restrizioni, cosa cambia dal 16 gennaio. Puglia verso l'arancione

Torna su
BariToday è in caricamento