rotate-mobile
Lunedì, 5 Dicembre 2022
Cronaca

Casi Covid in risalita nel Barese, tasso di incidenza in aumento del 35% in una settimana

I dati del report Asl relativo al periodo 26 settembre - 2 ottobre: nel territorio di Bari e provincia sono stati complessivamente 2.710 le nuove positività riscontrate

Si conferma in risalita il numero di casi Covid nel territorio di Bari e provincia. Come emerge nell'ultimo report diffuso dalla Asl Bari, relativo alla settimana dal 26 settembre al 2 ottobre, le nuove positività sono complessivamente 2.710, con il tasso d’incidenza settimanale aumenta significativamente del 35% in sette giorni, da 163,1 a 220,3 casi ogni 100mila abitanti, e del 60,9% rispetto al dato di quindici giorni fa. La crescita dei nuovi positivi - rileva la Asl - appare generalizzata, poiché riguarda 34 Comuni sui 41 del territorio di Bari e provincia.

Per quanto riguarda in particolare Bari città, i casi nella settimana presa in esame sono 696, con un tasso pari al 220,8, rispetto ai  512 casi, con tasso del 162,4, della settimana dal 19 al 25 settembre.

I dati del Bollettino regionale Covid delle ultime 24 ore: in Puglia 1339 nuovi casi e 2 decessi

Sul versante della campagna vaccinale anti-Covid, la Asl registra "un consistente aumento delle richieste. Si è passati, infatti, dalle 1.820 dosi somministrate nella scorsa settimana alle 3.028 degli ultimi sette giorni, con una crescita del 66%, in concomitanza anche con l’arrivo dei vaccini bivalenti aggiornati per le varianti Omicron BA.4-5. Complessivamente la campagna vaccinale ha erogato sinora 3 milioni e 109.462 dosi di vaccino, di cui 1 milione e 123.434 prime dosi, 1 milione e 88.320 seconde, 832.936 terze e quasi 65mila quarte dosi (64.772). La copertura vaccinale con quarta dose sfiora il 20% (19,9) nelle fasce prioritarie dai 60 anni in poi. Meglio di tutti fanno gli ultraottantenni, protetti con la seconda dose booster per il 34,6%, seguiti da over 70 (19,8%) e over 60 (11,5%).

La ASL Bari invita "le categorie prioritarie, ma anche gli over 12 che volessero ricevere la quarta dose, a vaccinarsi rapidamente per aumentare la protezione personale e quella di comunità. Anche nel mese di ottobre sono attivi 22 centri vaccinali, tra hub (con accesso a sportello) e uffici Sisp (su prenotazione), ed è sempre possibile rivolgersi ai medici di Medicina generale, che ad oggi hanno somministrato oltre 30mila “second booster” ai propri pazienti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casi Covid in risalita nel Barese, tasso di incidenza in aumento del 35% in una settimana

BariToday è in caricamento