rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca

Covid, cala il tasso di incidenza settimanale in provincia di Bari. Vaccini: copertura al 93% per gli over 12

I dati del report Asl relativi alla settimana tra il 10 e 16 gennaio: "Primo segnale di stabilizzazione della fase pandemica". Complessivamente, 19mila casi registrati nell'area metropolitana. Il punto sulla campagna vaccinale: nella fascia 5-11 anni spicca Bari

Cala il tasso d'incidenza settimanale dei casi Covid in provincia di Bari, lasciando intravedere "un primo segnale di stabilizzazione dell’attuale fase pandemica". E' quanto evidenzia la Asl nell'ultimo monitoraggio, relativo alla settimana dal 10 al 16 gennaio. Nel periodo esaminato, il tasso di contagi per 100mila abitanti passa da 2.072,3 casi della settimana 3-9 gennaio (i dati sono stati ricalcolati, come previsto dalle ultime disposizioni nazionali, includendo i test antigenici rapidi eseguiti nelle farmacie e nei laboratori privati), a 1.544,5, con un totale di 19mila casi rilevati sull'intero territorio della provincia di Bari.

In particolare, a Bari città i contagi registrati nella settimana dal 10 al 16 gennaio sono stati 5696, con un tasso settimanale di 1806,6: nei sette giorni precedenti erano stati 7713, con incidenza pari a 2446,4. Per quanto riguarda la provincia, i Comuni che registrano nell'ultima settimana l'incidenza più alta sono Altamura (1459 casi con un tasso di 2084,3, comunque in calo rispetto al monitoraggio precedente), Santeramo (incidenza di 2140,7 con 555 casi), e Cellamare, che conta 116 casi, con un tasso settimanale per 100mila abitanti di 2027,3.

REPORT ASL BARI 10-16 GENNAIO

Il punto sulla campagna vaccinale

Per quanto riguarda i vaccini, si procede "a ritmi molto sostenuti", sottolinea la Asl, su tutto il territorio. Negli ultimi sette giorni, nei punti vaccinali sono state somministrate oltre 93mila dosi di vaccino anti-Covid, di cui circa 70mila destinate ai richiami. Complessivamente sono state erogate alla popolazione dai 5 anni in poi 2 milioni e 766.687 dosi, di cui oltre 1 milione e 104mila prime dosi, 1 milione e 17mila seconde e 644.932 terze dosi.

La copertura sale al 93%, sia con almeno la prima dose sia per il ciclo completo, per i residenti di Bari e provincia dai 12 anni in su. Particolarmente elevata la protezione garantita agli over 50, col 97% di vaccinati con doppia dose, così come è molto forte la copertura riguardante gli over 12 che abbiano completato il ciclo primario almeno quattro mesi fa. Il 75% dei residenti, infatti, ha già ricevuto la dose booster, una percentuale che sale all’87% per l’ampia fascia degli over 50 e al 93% per gli ultraottantenni.

"Rilevanti" le coperture anche tra le generazioni più giovani. Per la popolazione pediatrica, dai 5 agli 11 anni, la ASL Bari sta registrando un’adesione notevolissima, che ha raggiunto il 48% in tutta la provincia e il 53% nella sola città di Bari, più del doppio del dato nazionale (26,2%). Proprio il capoluogo svetta col 98% di vaccinati con prima dose (e 94% con ciclo completo) anche nella fascia 12-19 anni, a fronte – rispettivamente - del 95% e 90% nel territorio provinciale.

"Assieme alla massiccia e convinta adesione della popolazione alla campagna vaccinale, con lo straordinario esempio offerto dai più anziani e dai più giovani, è di fondamentale importanza che tutti continuino a rispettare le basilari regole di prevenzione - igiene delle mani, distanziamento e uso delle mascherine – nei diversi contesti di vita sociale", raccomanda il dg Antonio Sanguedolce.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, cala il tasso di incidenza settimanale in provincia di Bari. Vaccini: copertura al 93% per gli over 12

BariToday è in caricamento