Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca

Nuova stretta anti assembramenti a Bari, via le panchine su corso Vittorio Emanuele e Lungomare. Chiusi anche i giardini dell'Umbertino

La decisione dopo il Comitato per l'Ordine e la Sicurezza: "Ancora una volta faccio appello al senso di responsabilità di tutti e ad un ultimo sforzo in attesa del vaccino, perché mai come in questo momento la nostra vita è nelle nostre mani”

Ulteriore stretta anti assembramenti e stazionamenti a Bari per evitare una nuova crescita di casi Covid: è l'esito della riunione di stamattina, in Prefettura, del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica a cui ha partecipato il sindaco Antonio Decaro dove sono stati presi provvedimenti in vista del weekend e dei giorni di festa.

Oltre alla conferma delle limitazioni contenute nell'ordinanza dello scorso 10 dicembre, sono stati disposti dal Comune, in accordo con Prefettura e Questura, lo stop all’accesso, per le giornate di sabato e domenica e delle festività, a tutti i giardini pubblici siti sul lungomare nel quartiere Umbertino e la rimozione di tutte le panchine presenti su corso Vittorio Emanuele e sul Lungomare di Crollalanza, dove si riscontrano presenze stanziali di persone adulte nelle ore mattutine e di ragazzi nelle ore serali.

“Questo è un ulteriore tentativo per ridurre il più possibile gli stazionamenti di persone – spiega il sindaco -. Dal canto nostro stiamo cercando di sottrarre strumenti e luoghi alla socialità delle persone perché è chiaro che ci sono alcune fasce di popolazione che non sono ancora consapevoli del pericolo che stiamo correndo. Ancora una volta faccio appello al senso di responsabilità di tutti e ad un ultimo sforzo in attesa del vaccino, perché mai come in questo momento la nostra vita è nelle nostre mani”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova stretta anti assembramenti a Bari, via le panchine su corso Vittorio Emanuele e Lungomare. Chiusi anche i giardini dell'Umbertino

BariToday è in caricamento