menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Professore e medico del Policlinico in prima linea all'ospedale Covid della Fiera: "Siamo tutti una squadra"

Il racconto di Antonio Moschetta: "È un momento importante per stare dalla parte dei pazienti che, in questa straordinaria struttura, vengono custoditi ricevendo un’assistenza dalla A alla Z. Né il medico né la malattia: è il malato il protagonista"

Da professore universitario, medico internista del Policlinico di Bari e ricercatore universitario ha deciso di mettersi a disposizione, in piena emergenza, dei malati Covid. E' la storia di Antonio Moschetta che da venti giorni è in prima linea nell’assistenza nei reparti di terapia sub intensiva nel plesso delle maxi emergenze in Fiera del Levante, gestito dal Policlinico di Bari.


“È un momento importante per stare dalla parte dei pazienti che, in questa straordinaria struttura, vengono custoditi ricevendo un’assistenza dalla A alla Z. Né il medico né la malattia: è il malato il protagonista. Qui non abbiamo targhe con i nomi dei professori o dei reparti, non c’è feticismo di ruoli, le stecche sono nominate con una lettera dell’alfabeto; siamo una squadra, tutti insieme: rianimatori, pneumologi, internisti, riabilitatori, infermieri, operatori sociosanitari. C’è un ambiente di collaborazione e di condivisione: quando il malato non ha più bisogno di assistenza respiratoria o viene estubato è una felicità. È successo l’altro giorno con il mio compagno di scuola media che, dopo essere stato intubato per tanti giorni, si è svegliato e io ero lì accanto a lui. Sono casi che vorremmo vedere tutti i giorni per tutte le persone che soffrono e per i parenti che sono a casa che devono sapere che i pazienti sono custoditi correttamente" conclude Moschetta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento