rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Prosegue la risalita dei contagi Covid nel Barese: crescita 'spinta' da Acquaviva e Santeramo. Restano 8 i comuni senza casi

Le situazioni che destano più attenzione riguardano la cittadina murgiana (30 casi e incidenza settimanale a 115,7) e il centro a 30 km da Bari dove vi sono stati ben 50 nuovi contagi e un'incidenza schizzata a 247,7

Si fa sentire, seppur con un leggero aumento della curva, l'incremento dei casi Covid in provincia di Bari, frenato, nonostante tutto, da un'alta percentuale di vaccinati, soprattutto nel capoluogo. I dati del report Asl, riferiti al periodo tra il 25 e il 31 ottobre, vedono un incremento dell'incidenza settimanale per 100mila abitanti,salita a 24,4, corrispondente a 300 casi totali. La settimana precedente ve ne erano stati 251 per un'incidenza di 20,4 (valore inizialmente calcolato a 17,3).

Scendono da 11 a 8 i comuni senza contagi: Bitritto, Casamassima, Cellamare, Gravina, Grumo, Mola, Poggiorsini e Toritto. Le situazioni che destano più attenzione riguardano Santeramo (30 casi e incidenza settimanale a 115,7) e in particolare Acquaviva dove vi sono stati ben 50 nuovi contagi e un'incidenza schizzata a 247,7.

Paraddosalmente la cittadina ha avuto numericamente più contagi del capoluogo: a Bari, infatti, si segnalano 47 casi con un incidenza di 14,9. Un valore addirittura in calo rispetto alla settimana precedente quando vi erano stati 63 contagi.

Sul fronte vaccinale la campagn aanti-Covid sinora ha totalizzato 1.988.922 somministrazioni, di cui 33.787 terze dosi e, tra queste, oltre 21.500 sono state garantite a over 60, 70 e 80 e soggetti vulnerabili. In questa fase è in crescita soprattutto la somministrazione di dosi aggiuntive per rinforzare la risposta immunitaria di persone fragili, immunocompromesse, personale ed ospiti di Rsa, operatori sanitari e soggetti dai 60 anni in poi.

La copertura vaccinale dei residenti over 12 del Barese è aumentata di un altro punto percentuale, rispetto alla precedente rilevazione, salendo al 91% per la prima dose e all’88% per il ciclo completo. Particolarmente elevata risulta la protezione dei residenti nelle fasce d’età over 60, con una percentuale media del 97% con almeno una dose e del 95% con scheda vaccinale completata. Molto buoni i risultati registrati nei target 50-59 anni (94% con prima dose), 40-49 (88%) e 12-19 (87%), mentre tra i 30-39enni (83% sempre con prima dose) e 20-29enni (84%) la percentuale di copertura cresce in maniera meno evidente. Sono già 30, sui 41 dell’Area Metropolitana, i comuni che hanno raggiunto o superato l’obiettivo del 90% di residenti over 12 “coperti” con almeno una dose di vaccino. Tra le realtà con maggiore adesione svetta Bari, con oltre l’89% di residenti over 12 completamente vaccinati, assieme a centri grandi, medi e piccoli come Bitonto (90%), Monopoli (90%), Noci (91%), Polignano (90%) e Putignano (91%). A breve distanza - con l’89% di copertura totale – seguono Sammichele, Capurso, Giovinazzo e Bitetto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prosegue la risalita dei contagi Covid nel Barese: crescita 'spinta' da Acquaviva e Santeramo. Restano 8 i comuni senza casi

BariToday è in caricamento