Cronaca

Cozze, 'campeggio selvaggio' e litorale preso d'assalto dalle auto

La segnalazione da cala Palomba: ogni anno, in barba ai divieti, c'è chi si accampa con le tende, mentre l'unica strada di accesso alla spiaggia viene intasata dalle auto, mettendo a rischio un eventuale passaggio di mezzi di soccorso

Dal 'campeggio selvaggio' al litorale invaso dalle auto, con la stradina di accesso alla spiaggia - l'unica non 'sbarrata' nella zona - che puntualmente si intasa nei giorni di maggior affluenza al mare. La segnalazione arriva da cala Palomba, sulla costa tra Mola e Cozze. 

mola cozze (6)-2

Chi abita nella zona torna a lamentare situazioni che si ripetono puntualmente ogni estate. A cominciare da chi, con camper o tende, nonostante i divieti, si accampa sulla spiaggia restandovi per più giorni. Una spiaggia peraltro sprovvista di bagni chimici - fanno notare i residenti - con tutte le conseguenze del caso. E poi c'è la questione della strada di accesso al mare. L'unica in zona, a quanto pare, rimasta ancora aperta e transitabile, ma troppo stretta per il flusso di auto che vi si riversano nei giorni di maggior affluenza. E così, inevitalmente, la strada si intasa e il litorale si trasforma in un parcheggio. E il timore è anche che - come sarebbe già avvenuto in passato - in un eventuale caso di emergenza i mezzi di soccorso non riescano a raggiungere la spiaggia. Una situazione, quella di questo tratto di mare tra Mola e Cozze, che già negli anni passati è stata oggetto di segnalazioni, anche al numero verde contro i reati del mare. Finora, però, nulla sembra essere cambiato e le richieste restano le stesse: più controlli contro il campeggio selvaggio e provvedimenti per regolare la viabilità e la sosta nella zona.

mola cozze (2)-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cozze, 'campeggio selvaggio' e litorale preso d'assalto dalle auto

BariToday è in caricamento