Cronaca

Crac ex Barialto, la Procura apre un'inchiesta per bancarotta fraudolenta

Il fascicolo affidato al pm Carmelo Rizzo, che sta svolgendo accertamenti sui debiti della società fallita, che superano i 140 milioni di euro

Si ipotizza la bancarotta fraudolenta nell'indagine avviata dalla procura di Bari a carico di ex amministratori della società Irese srl, divenuta negli anni scorsi proprietaria di Barialto, il grande centro residenziale di Casamassima (Bari). L'indagine è affidata al pm Carmelo Rizzo che sta svolgendo accertamenti sui debiti della società fallita, che superano i 140 milioni di euro. Le indagini - a quanto è dato sapere - starebbero accertando quanto evidenziato dai periti del Tribunale civile che respinse la richiesta di concordato preventivo e dichiarò il fallimento della società: cioè che i bilanci degli anni 2006-2008 avevano ''occultato, mediante omissioni di rilevazioni di costi, la reale situazione patrimoniale e finanziaria''. L'inchiesta della Procura di Bari avrebbe accertato anche l'esistenza di più società riconducibili alla Irese srl, che sarebbero state utilizzate per simulare compravendite di beni immobili.
(ANSA)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crac ex Barialto, la Procura apre un'inchiesta per bancarotta fraudolenta

BariToday è in caricamento