Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Triggiano

A Triggiano 430 casi Covid, il sindaco chiude le scuole fino al 16 gennaio. Stop anche alle assemblee condominiali

I provvedimenti del primo cittadino, Antonio Donatelli, a fronte dell'"incremento importante dei casi nel paese". Sospese anche tutte le manifestazioni in aree pubbliche

Casi di Covid in crescita a Triggiano, tanto da spingere il primo cittadino, Antonio Donatelli, ad adottare misure più restrittive. Una decisione legata, spiega il sindaco in un post, a un "incremento importante dei casi nel nostro paese, arrivati ormai a 430".

Con decorrenza immediata e sino al 31 Gennaio, il sindaco ha disposto la chiusura dalle ore 21.00 alle ore 05.00 dei negozi automatici di bevande e alimenti confezionati, del teatro comunale e della Biblioteca. E' inoltre disposto il divieto di "svolgimento di ogni tipo di manifestazione in aree pubbliche; assemblee condominiali, che potranno essere svolte solo in forma telematica; accesso alle case funerarie, tranne che per i parenti e affini entro il 2° grado".

Stop anche alle lezioni in presenza. "In accordo con il Presidente della Giunta Regionale e con tutti i Dirigenti Scolastici, sentito il Prefetto e il Direttore Generale della Asl - spiega il sindaco - a partire dal 7 Gennaio e sino al 16 Gennaio, le scuole dell’infanzia, elementari, medie e superiori site nel territorio comunale, potranno svolgere esclusivamente la didattica a distanza. Comprendo bene la difficoltà di molti genitori, bambini e ragazzi, ma purtroppo l'elevato numero di contagi ci impone di dare priorità alla salvaguardia della nostra salute e della nostra vita".

(foto Fb Antonio Donatelli)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Triggiano 430 casi Covid, il sindaco chiude le scuole fino al 16 gennaio. Stop anche alle assemblee condominiali

BariToday è in caricamento