Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca

Criminalità, "a Bari reati in calo". Ma resta l'allarme rapine

I dati relativi al 2015 presentati in Prefettura. Nel capoluogo si registra un decremento generale per diverse tipologie di reato, ma crescono le rapine in negozi e uffici postali. Aumenta il numero degli episodi estorsivi denunciati. Decaro: "Avanti con videosorveglianza e iniziative di prevenzione sociale"

Un complessivo calo dei reati (passati da 25475 nel 2014 a 23197 nel 2015), frutto del lavoro di prevenzione fatto sul territorio, ma anche fenomeni criminali in aumento, come le rapine in negozi ed uffici postali. E' la situazione della criminalità a Bari fotografata dai dati illustrati questa mattina in Prefettura, a margine del Comitato per l’Ordine e la sicurezza pubblica, convocato oggi in Prefettura.

Mentre si registra un generale decremento di episodi, in particolare per quanto riguarda i reati predatori, (borseggi -8,2%, furti in abitazione -16,5%, furti d’auto -6,15%, rapine -9,6%, ma calano anche gli omicidi, -37,5%), resta invece alto - e cresce rispetto al 2014 - il numero delle rapine ai danni di esercizi commerciali (+ 24,32%) e uffici postali (+66,67%). In lieve aumento (+4,2%) anche il numero delle estorsioni di cui si è venuti a conoscenza, interpretabile, tuttavia, come segno di "una maggior fiducia dei commercianti nelle istituzioni, da cui la scelta di denunciare gli episodi di cui sono vittime", ha commentato il sindaco Decaro, presente all'incontro. Il primo cittadino ha parlato di dati "confortanti" per la città di Bari che "registra infatti dei numeri assolutamente incoraggianti su (quasi) tutte le fattispecie di reati, in sensibile calo nell’ultimo anno".

"Anche oggi - ha detto ancora il primo cittadino - abbiamo incontrato in sede di comitato i rappresentanti di categoria, con cui faremo un percorso a sostegno dei commercianti che denunciano e contestualmente 26-01-16 Decaro in Prefettura-2procederemo all'implementazione di sistemi di videosorveglianza privati utilizzando, insieme alla Prefettura, parte dei finanziamenti disponibili nel nuovo PON legalità". "Anche sul fronte del presidio degli spazi pubblici - ha aggiunto Decaro - stiamo lavorando sui sistemi di videosorveglianza, che presto vedranno concretizzati alcuni importanti interventi: è terminata la manutenzione sulle 71 telecamere del Comune che non funzionavano e sono stati aggiudicati in via provvisoria i lavori per il potenziamento dell'illuminazione e le nuove telecamere nelle piazze Cesare Battisti e Umberto, dove il presidio costante delle forze dell'ordine quest'anno ci ha premesso di organizzare in piazza Umberto tutte le manifestazioni natalizie". "Nei prossimi giorni aggiudicheremo invece l'acquisto di 100 nuove telecamere che saranno distribuite su 30 siti sparsi su tutta la città e che saranno messe a disposizione delle forze dell'ordine che in questi mesi ne hanno certificato l'utilità nell'ambito delle indagini su episodi crimonosi. Sul fronte della sicurezza le istituzioni sicuramente possono fare molto lavorando sulla prevenzione sociale e sulla riqualificazione fisica e sociale di alcune zone della città, come sta già accadendo grazie al lavoro integrato svolto tra più assessorati, come pure sull'educazione civica, sui beni confiscati e sull'istituzione di percorsi di inserimento lavorativo rivolti a cittadini più esposti a rischio di devianza”. Durante conferenza stampa il sindaco ha annunciato inoltre la delega affidata a Vitandrea Marzano, che d’ora in avanti seguirà le politiche e le attività promosse dall'Agenzia per la lotta non repressiva alla criminalità organizzata del Comune di Bari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Criminalità, "a Bari reati in calo". Ma resta l'allarme rapine

BariToday è in caricamento