Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Crollo a Barletta: estratta un'altra donna dalle macerie, è viva

Intorno alle 20 i soccorritori hanno tratto in salvo una donna di 37 anni. Prima di essere traportata in ospedale, la donna avrebbe anche fornito indicazioni sulla localizzazione delle altre persone rimaste sotto le macerie

Una palazzina di tre piani è crollata intorno alle 12.30 nel centro storico di Barletta, in via Roma. Le cause dell'esplosione sono ancora da accertare. Pare che la palazzina fosse già pericolante e ne fosse già stato ordinato lo sgombero. Si teme però per le sorti dei titolari e degli operai di un opificio che si trovava al piano terra della palazzina crollata. Sul posto sono intervenuti vigili del fuoco, polizia e volontari del 118.

Barletta: crolla palazzina in via Roma il 3 otSecondo quanto riferito all'Ansa ci sarebbe un numero imprecisato di operaie, alcune delle quali in contatto via voce con i soccorritori. La notizia è stata riportata da un medico anestetista che è sul posto insieme con i vigili del fuoco. Dalle macerie è già stata estratta viva una donna al quinto mese di gravidanza. La donna, ricoverata in ospedale, è cosciente e in buone condizioni di salute.

Evacuato anche un edificio a due piani adiacente alla palazzina  crollata. Nell'aria si è diffuso un fortissimo odore di gas e le forze dell'ordine stanno cercando di tenere lontane le persone accorse sul posto nel timore di un'esplosione.

ORE 19.50 Una donna, Mariella Fasanella, di 37 anni, è stata raggiunta dai soccorritori dopo circa sette ore dal crollo della palazzina di via Roma. La donna è stata estratta dalle macerie, soccorsa e trasferita su un'autoambulanza in ospedale. L'autoambulanza che era diretta all'ospedale si è fermata per consentire ad uno speleologo di parlare con la donna e chiedere informazioni sull' ubicazione delle altre persone ancora sotto le macerie. La donna è stata in grado di rispondere alle domande, aiutata da un respiratore. I particolari sono stati riferiti all'ANSA dal primario del pronto soccorso dell'ospedale Dimiccoli di Barletta, Mino Cannito. Sono in corso accertamenti ora in ospedale per verificare lo stato di salute della donna.

ORE 18.30 La ragazza morta, Maria Cinquepalmi, era uscita prima da scuola e si era recata nel maglificio alla ricerca dei genitori, titolari dell'opificio.  I due adulti, però, inizialmente dati per dispersi, al momento del crollo non si trovavano nell'edificio.

ORE 18.20 Si cercano ancora quattro persone sotto le macerie. Di queste due sono sicuramente vive: i soccorritori sono riusciti a parlare con loro.

ORE 18.15 Una riunione presieduta dal Sottosegretario all'Interno on.Alfredo Mantovano con i vertici istituzionali locali e regionali, soccorritori ed esperti della Protezione civile si è tenuta poco fa a Barletta ed è durata circa un quarto d'ora. subito dopo Mantovano si è recato il via Roma, luogo della tragedia.

ORE 18.00 Tra i dispersi si cerca anche un passante, che si sarebbe trovato nei pressi della palazzina al momento del crollo. Lo ha detto il comandante provinciale dei vigili del fuco di Bari, Cesare Gasperi, che coordina le operazioni di soccorso.

ORE 17.00 Il cadavere di una ragazza di età apparente tra i 15 e i 20 anni è stato estratto poco fa dalle macerie. Si tratta di Maria Cinquepalmi, figlia dei proprietari dell'opificio, che risultano tuttora dispersi. Da quanto si è appreso la ragazza collaborava con i genitori nell'attività di famiglia.

ORE 16.00 Una donna viva è stata individuata sepolta sotto le macerie. I soccorritori stanno scavando con le mani, per trovare il modo di raggiungere a lei. I lavori procedono con assoluta cautela perché pezzi di cornicione di tanto in tanto cadono dalla palazzina adiacente.

ORE 15.40 I proprietari della palazzina venerdì scorso avevano chiesto ai Vigili urbani un sopralluogo, ritenendo che l'edificio mostrasse cedimenti nella staticità. Lo ha detto, parlando con i giornalisti, il dirigente del settore Lavori Pubblici del Comune di Barletta, arch.Francesco Gianperrini.

ORE 15.30 Il sindaco di Barletta, a Torino per impegni istituzionali, sta rientrando nella città per seguire personalmente le operazioni in corso in via Roma.

ORE 15.15 La Procura apre un'inchiesta per disastro colposo. Pare che il crollo sia stato causato da alcuni lavori in corso negli scantinati dell'edificio.

ORE 15.00 Estratta viva dalle macerie una seconda donna, probabilmente una delle operaie dell'opificio. Sotto le macerie ci sarebbero ancora tre persone, tra cui una ragazzina di 14 anni, figlia di una delle operaie del maglificio colpito dal crollo.

ORE 14.20 Secondo quanto comunicato dal prefetto i soccorritori starebbero scavando con le mani per non recare danni alle persone ancora sotto le macerie. Alle operazioni stanno collaborando anche decine e decine di volontari che hanno creato un cordone per il passaggio dei calcinacci.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crollo a Barletta: estratta un'altra donna dalle macerie, è viva

BariToday è in caricamento