rotate-mobile

Pietre crollate dalla facciata del Castello Svevo, la direttrice Mongelli: "Tecnici già al lavoro per la messa in sicurezza"

La 'zona pericolante' è stata scoperta questa mattina, intorno alle 7.30, dai dipendenti dell'area museale che stavano effettuando il quotidiano giro di ricognizione della struttura. La caduta del conci è avvenuta sul lato che si affaccia sul lungomare

"Stamattina, intorno alle 7.30, sono stata avvisata della caduta di alcuni conci sul fronte nord del Castello che era già oggetto di alcune rilevazioni. Il primo pensiero adesso è la messa in sicurezza e la tutela del monumento". Alessandra Mongelli, direttrice del Castello Svevo di Bari, racconta ai nostri microfoni i concitati momenti che in cui ha appreso, dai dipendenti che effettuavano il consueto giro di ricognizione, il crollo di alcuni massi dalla facciata esterna che si affaccia sul lungomare, in via Antonio De Tullio.

La squadra dei tecnici e restauratori della direzione regionale musei Puglia è già al lavoro per mettere in sicurezza l'area, sono in corso le indagini per comprendere le cause del crollo: gli esperti stanno valutando anche le possibili correlazioni con il terremoto avvenuto questa mattina nel Mare Adriatico, il cui epicentro sarebbe stato localizzato nella zona costiera delle Marche.  

Copyright 2022 Citynews

Sullo stesso argomento

Video popolari

Pietre crollate dalla facciata del Castello Svevo, la direttrice Mongelli: "Tecnici già al lavoro per la messa in sicurezza"

BariToday è in caricamento