Cronaca

Crollo in piscina a Poggiofranco: la Procura apre inchiesta, struttura sequestrata

La Procura di Bari indaga per crollo colposo a carico di ignoti. Nel cedimento della controsoffittatura sono rimaste ferite, in maniera non grave, tre persone: un'istruttrice e due bambini. La nota della società: "Sicurezza sempre stata priorità"

E' stata posta sotto sequestro la struttura in via Saverio Lioce, al quartiere Poggiofranco, che ospita la piscina in cui nel pomeriggio di giovedì, 30 maggio, si è verificato il crollo di una parte di controsoffitto.

La Procura di Bari, come riporta l'Ansa, ha aperto un fascicolo di inchiesta a carico di ignoti per crollo colposo, per far luce su quanto accaduto all'interno dell'impianto Energy Live. Le indagini sono affidate alla polizia, supportata dai vigili del fuoco per gli accertamenti tecnici. Al momento delo crollo, secondo quanto raccontato da alcuni testimoni, nella vasca si trovavano circa quattro o cinque bambini. Un bimbo di 7 anni e una 14enne sono rimasti feriti in maniera lieve. A riportare le ferite più gravi è stata l'istruttrice 34enne che con il suo corpo ha fatto scudo a due bambine, bloccando con le spalle uno dei pannelli affinché non cadesse sulle allieve. La donna è stata operata per una frattura a una gamba all'ospedale Di Venere, e le sue condizioni sono in miglioramento.

La nota dei gestori: "Sicurezza sempre stata nostra priorità"

In una nota diramata anche attraverso i propri canali social, la Energy Libve è intervenuta in merito all'incidente avvenuto ieri: "Con profondo rammarico, informiamo che un incidente si è verificato presso la nostra struttura Energy Live a Bari, in via Lioce, dove un controsoffitto ha ceduto causando ferite a tre persone. Prima di tutto, desideriamo esprimere la nostra vicinanza e il nostro sostegno ai feriti e alle loro famiglie. La sicurezza dei nostri clienti e del personale è sempre stata la nostra priorità assoluta e, in linea con questo impegno, abbiamo condotto regolarmente controlli di manutenzione ordinaria e straordinaria tutta regolarmente documentata. Siamo sconcertati dall’accaduto e stiamo collaborando attivamente con le autorità competenti per accertare le cause precise dell’incidente. Vogliamo rassicurare il pubblico che l’incidente è stato gestito con la massima efficienza dal nostro personale qualificato e dai titolari, evitando conseguenze più gravi. Siamo grati per la loro pronta reazione e per l’assistenza fornita. Siamo impegnati a garantire trasparenza e chiarezza: un’indagine interna è già in corso e ci avvaleremo di esperti esterni per una valutazione indipendente. Comprendiamo l’attenzione dei media e ci impegniamo a fornire aggiornamenti tempestivi non appena avremo informazioni più dettagliate e confermate. Ringraziamo tutti per il supporto e la comprensione dimostrati in questo momento difficile".
 

* Ultimo aggiornamento ore 17.45

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crollo in piscina a Poggiofranco: la Procura apre inchiesta, struttura sequestrata
BariToday è in caricamento