rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca Libertà / Via Domenico Nicolai

Da via Quintino Sella al lungomare, un nuovo impianto di illuminazione per il Libertà

Al vaglio degli uffici comunali un progetto per la sostituzione di luci e lampioni con apparecchi a led. Nei prossimi mesi sarà avviata una sperimentazione in alcune zone

1500 luci da sostituire, da via Quintino Sella  a via Brigata Regina e da corso Italia a lungomare Vittorio Veneto, per dare un nuovo impianto di illuminazione al quartiere Libertà. 

Il progetto è al vaglio degli uffici comunali: si tratta di circa 1500 luci, di cui circa 1000 sospensioni posizionate al centro delle strade e 500 luci su palo, da sostituire con nuovi apparecchi a led con una potenza luminosa maggiore di quella attuale, in grado anche di garantire risparmio energetico, riduzione dell’inquinamento luminoso e abbattimento dei costi di manutenzione. Ad oggi, gli uffici hanno stimato una spesa complessiva per la fornitura e posa in opera pari a circa 700.000 euro. Nei prossimi mesi sarà avviata una sperimentazione con il montaggio di alcune apparecchiature campione.

“Vogliamo che tutte le strade del quartiere Libertà siano ben illuminate - spiega il sindaco Antonio Decaro - perché sappiamo quanto incida l’illuminazione di una strada o di una piazza sulla percezione della sicurezza dei cittadini. Con interventi come questo, apparentemente di poco conto, si può cambiare il volto di un quartiere e migliorare concretamente la vita delle persone. Dalle luci, passeremo alla riqualificazione dei marciapiedi, per i quali abbiamo previsto degli allargamenti agli incroci in modo da creare angoli pedonali più ampi dove poter realizzare anche scivoli per persone disabili. La nostra attenzione sul quartiere Libertà è massima, stiamo concentrando risorse e investimenti su più fronti, come dimostrano i progetti sul quartiere previsti nel piano delle periferie, perché siamo convinti che il Libertà abbia straordinarie potenzialità urbanistiche e sociali”.

“Stiamo verificando con gli uffici la possibilità di utilizzare economie di spesa derivanti dai ribassi d’asta da alcune gare di pubblica illuminazione in fase di aggiudicazione e contrattualizzazione - spiega l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso - in modo da disporre da subito le somme utili per l’acquisto dei corpi illuminanti che sceglieremo.  Per quanto riguarda invece l’istallazione, contiamo di eseguirla nell’ambito dei lavori di manutenzione attualmente in appalto”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da via Quintino Sella al lungomare, un nuovo impianto di illuminazione per il Libertà

BariToday è in caricamento