Cronaca

Dagli Stati Uniti in Puglia, a Molfetta, per rivivere la Pasqua a casa

Tutto sul filo dell’emozione. E poi la sorpresa. Anzi due: la conferma del gemellaggio tra Molfetta e Little Ferry ormai alle porte, e l’incontro, dopo sessantadue anni, di due amici di gioventù.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

Appuntamento al Cin Cin Bar, a Molfetta, per un buon caffè...
Dall'America in Puglia ritornano a Molfetta per rivivere la Pasqua a casa

L'incontro con la municipalità, la sosta al bar, i vecchi amici e poi la buona tavola.
Tutto sul filo dell'emozione. E poi la sorpresa. Anzi due: la conferma del gemellaggio tra Molfetta e Little Ferry ormai alle porte, e l'incontro, dopo sessantadue anni, di due amici di gioventù Corrado Sciancalepore di Jackson City NJ e Saverio Pansini. Il saluto: "còm sì fàt wèkkiè! risposta: Ahìè è Tàùw?". Anche questo è Molfetta.

E' cominciato tutto a metà mattinata. L'allegra brigata, il Presidente dell'Hoboken Italian Festival, la Società della Madonna dei Martiri nel NJ, Antonio Albanese, parte del direttivo e signore, dopo la sosta al Cin Cin bar, arrivano a Palazzo Giovene. Lì è in corso il consiglio comunale. Ma ilsindaco, Paola Natalicchio, è informato e, quando il gruppo arriva, sospende i lavori per quindici minuti. E li accoglie nella sala di rappresentanza di Palazzo Giovene.

Non si può non fare gli onori ad una rappresentanza della Molfetta che vive dall'altra parte del mondo.

Con loro ci sono il direttivo dell'Associazione Molfettesi nel Mondo, Roberto Pansini, ponte umano tra due mondi da anni ormai, e monsignor Giuseppe de Candia, padre spirituale dell'associazione Molfettesi nel mondo, responsabile regionale della Migrantes: "Grazie a questi uomini e queste donne - ha detto alla presenza del sindaco - Molfetta è cresciuta. Eppure mai un Sindaco ha partecipato alla grande Festa ad Hoboken in onore della Madonna dei Martiri, che quest'anno raggiunge 88 anni. Loro hanno tutto non chiedono niente se non la "considerazione"e poi - ha continuato - c'è un "fessacchiotto", senza offesa, che è l'unico che mantiene i rapporti con molti emigranti molfettesi, premiato più volte negli USA, l'unico che prova con mille sforzi a trasmettere quello che è il gran lavoro degli emigranti in America, Roberto Pansini, che è giusto considerare e aiutare in progetti per crescere insieme".

Emozionato il presidente del consiglio comunale, Nicola Piergiovanni, che ha salutato i suoi parenti, pure tornati dagli Usa. "L'iter per il gemellagio con Little Ferry, sta procedendo - ha detto - siamo onorati di farlo con un comune dove il Sindaco è figlio di molfettesi, parliamo di Mauro Raguseo, per una costruzione di rapporti commerciali, di tradizioni, per i giovani studenti. Cercheremo di realizzarlo per settembre, come suggerito da Roberto Pansini".

See you leater...

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dagli Stati Uniti in Puglia, a Molfetta, per rivivere la Pasqua a casa

BariToday è in caricamento