Mercoledì, 4 Agosto 2021
Cronaca

Dalla Calabria una testimonianza contro la 'ndrangheta

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BariToday

La storia di Lea Garofalo - la donna calabrese che, per amore della figlia Denise, ha sfidato il potere criminale e le leggi d'onore della 'ndrangheta - arriva in Puglia. Sarà presentato, infatti, nei giorni dal 19 al 22 novembre prossimi, tra Brindisi e la Provincia di Bari, il volume, edito dalla Melampo, "La scelta di Lea" scritto dalla giornalista di Narcomafie Marika Demaria.

La rassegna, organizzata congiuntamente dalla Scuola di Formazione Politica "Antonino Caponnetto" e da Libera Puglia, e con la collaborazione sia dei Comuni di Bari (Agenzia per la lotta non repressiva alla criminalità organizzata) e di Modugno sia di associazioni da tempo impegnate per la legalità sia di alcune scuole, si pone l'obiettivo di fornire a quanti parteciperanno, soprattutto agli studenti delle scuole, gli elementi per comprendere l'evoluzione dell'organizzazione criminale più pericolosa d'Europa che ha incistato pervicacemente il sistema politico-industriale-finanziario del nostro Paese.

Lea Garofalo ha pagato con la vita la sua scelta di ribellarsi coraggiosamente al coniuge e superboss Carlo Cosco volendo garantire un futuro diverso alla figlia Denise. La sua testimonianza è un messaggio di speranza. Ed è rivolto, in modo particolare, a tutte le donne di mafia che ancora oggi subiscono l'egemonia della cultura maschilista ancora più vigorosa nelle organizzazioni criminali. La convinzione è che se in questo Paese un giorno le mafie saranno sconfitte sarà anche per merito del coraggio e della forza delle donne. Lea Garofalo ha indicato la strada.

QUI IL LINK AL PROGRAMMA COMPLETO

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla Calabria una testimonianza contro la 'ndrangheta

BariToday è in caricamento