Agrumeti danneggiati dal maltempo, l'appello di Coldiretti: "Sostenete il prodotto pugliese"

Sit-in degli agricoltori davanti al Consiglio regionale, per richiamare l'attenzione sulle gravi difficoltà del comparto per i danni causati da neve e gelo. Emiliano rilancia l'invito ai consumatori: "Acquistate agrumi pugliesi"

Da una parte il già noto problema della "concorrenza sleale" da parte di altri Paesi comunitari ed extracomunitari, dall'altra i pesantissimi danni provocati nelle campagne dalla recente ondata di neve e gelo che ha investito la Puglia.

Una crisi profonda, quella comparto agrumicolo pugliese e tarantino in particolare, per cui la Coldiretti è tornata a chiedere interventi al governo regionale. Per richiamare l'attenzione sul settore, l'associazione ha organizzato questa mattina un flash mob davanti al Consiglio regionale, in via Capruzzi, donando anche confezioni di agrumi prodotti in Puglia.

Tra le richieste avanzate alla Regione, "efficaci misure di sostegno al reddito dopo la recente calamità, un nuovo piano agrumicolo regionale per la diversificazione e l’ammodernamento degli impianti con aiuti fino al 60% per investimenti realizzati da giovani agricoltori, la sigla di un accordo con la Grande Distribuzione Organizzata per la commercializzazione degli agrumi pugliesi, l’avvio di controlli a tappeto nei mercati generali per assicurarsi che sulle etichette sia indicata chiaramente l’origine del prodotto". Ma anche "una attività di promozione sui mass media per incentivare l’acquisto di agrumi pugliesi", per sostenere il settore soprattutto dopo il maltempo di questi giorni.

Un invito, quello rivolto ai consumatori da Coldiretti ad acquistare prodotti locali, che è stato accolto e rilanciato dal presidente Emiliano: "Un appello a tutti i pugliesi perché comprino agrumi pugliesi, che probabilmente dal punto di vista estetico non avranno un aspetto bello come al solito ma che mantengono la qualità di sempre. Comprandoli diamo una mano all’agricoltura pugliese che ha subito danni dal gelo e dalla neve. Noi cercheremo di aiutare queste persone a reimpiantare e a riprodurre la loro attività e i loro prodotti. Però serve una mano da parte di tutti voi consumatori", ha detto Emiliano.

"Sono inaccettabili – denuncia il Presidente della Coldiretti Taranto, Alfonso Cavallo - i prezzi pagati agli agricoltori che non riescono neanche a coprire i costi di raccolta, resi ancora più pesanti a causa dell’ondata di maltempo e della concorrenza sleale dei Paesi comunitari ed extracomunitari che sta determinando un ulteriore calo dei prezzi di vendita del 25%. Un trend drammatico che ha effetti pesanti sul piano economico e occupazionale per le imprese agricole, ma anche dal punto di vista ambientale e per la salute dei consumatori, su cui è necessario intervenire con misure di trasparenza per promuovere i consumi sul mercato interno e favorire le esportazioni”. "Il maltempo - prosegue . ha aggravato un andamento di mercato già molto complicato, depresso dall’effetto Brexit che non ha tardato a farsi sentire. Il Regno Unito è al settimo posto tra i partner della Puglia per le esportazioni più di 369 milioni il valore dell’export pugliese verso questo Paese. La Brexit sta avendo un effetto negativo sugli scambi commerciali dell’agroalimentare pugliese. Così come dal 2013, anno che ha preceduto l'embargo russo, ad oggi è stato registrato il crollo dell'export agroalimentare pugliese fino anche al 63%".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’impossibilità di esportare sul mercato russo – secondo Coldiretti - ha peraltro provocato per molti prodotti alimentari una situazione di eccesso di offerta sul mercato europeo con ricadute negative sui prezzi riconosciuti agli agricoltori. Ai danni diretti, poi, vanno aggiunti quelli indiretti determinati dalla diffusione sul mercato russo di imitazioni low cost dei prodotti italiani che rischiano di scalfire l’immagine dei prodotti originali nel tempo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali Puglia 2020: i risultati delle liste, preferenze e consiglieri eletti

  • Elezioni Regionali Puglia 2020: i risultati in diretta

  • Regionali Puglia 2020, chiusi i seggi nella prima giornata di voto: corsa a otto per la presidenza

  • Regionali Puglia 2020, i risultati: preferenze consiglieri Partito Democratico

  • Verso il nuovo Consiglio regionale, i nomi: Lopalco superstar, boom Paolicelli e Maurodinoia. A destra c'è Zullo, M5S con Laricchia

  • Regionali Puglia 2020: i risultati | Percentuali e voti dei candidati presidente

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento