rotate-mobile
Cronaca

Inchiesta crac Mf Trading, Tribunale dissequestra e restituisce 1 milione di euro ai Degennaro

Le indagini si riferiscono al sequestro effettuato l'11 giugno scorso dalla GdF per una presunta distrazione di beni da una società del gruppo con sede a Martina Franca, dichiarata fallita, verso altre tre controllate

E' stato disposto dal Tribunale del Riesame di Taranto un dissequestro parziale da circa 1 milione di euro nei confronti degli imprenditori baresi Gaetano Pasquale, Daniele Giulio, Carmine, Gerardo e Vito Michele Degennaro e ad altri due indagati nell’inchiesta riguardante la presunta bancarotta fraudolenta della società MF Trading, di Giuseppe Monteleone e Vincenzo De Caprio.

Il sequestro e le indagini

Le indagini si riferiscono al maxisequestro effettuato l'11 giugno scorso dalla Guardia di Finanza per una presunta distrazione di beni da una società del gruppo Degennaro, la Mf Trading, con sede a Martina Franca, dichiarata fallita, verso altre tre controllate, Dec, Istria Sviluppo e Comed, attualmente in concordato preventivo o distrazione. Le presunte operazioni illegali riguarderebbero il periodo tra il 2005 e il 2006. I reati contestati sono, a vario titolo, associazione per delinquere, bancarotta fraudolenta documentale per distrazione e preferenziale, falso in bilancio, reati fiscali e fittizia intestazione di beni. Rimangono 'congelati' altri 1, 2 milioni di euro nei confronti degli indagati e altri meni riconducibili a presunti prestanome dei Degennaro. In un altro provvedimento, invece, il Tribunale del Riesame della città jonica ha rigettato l’appello della Procura che aveva impugnato il decreto di giugno scorso, chiedendo il sequestro di beni per un valore complessivo di oltre 40 milioni di euro. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta crac Mf Trading, Tribunale dissequestra e restituisce 1 milione di euro ai Degennaro

BariToday è in caricamento