Erbacce, incuria e atti vandalici nel centro sportivo di Mungivacca: "Costato milioni di euro, abbandonato da anni"

La denuncia del consigliere comunale di Fratelli d'Italia: consegnata al Comune nel 2017, la struttura mostra i segni del degrado: "Ennesimo spreco pubblico"

Una struttura "costata diversi milioni di euro", ma "abbandonata da almeno tre anni". E così, ad erbacce alte e sporcizia, nei giorni scorsi si sarebbe aggiunta anche l'incursione dei vandali. 

A denunciare la situazione in cui versa il centro sportivo di Mungivacca è Filippo Melchiorre, consigliere comunale di Fratelli d'Italia. Dal 2017 la struttura, realizzata nel 2011 dalla Debar nell'ambito di un intervento di riqualificazione del quartiere, è stata consegnata al Comune. Da allora, però, sarebbe stata abbandonata al suo destino: "Il centro sportivo di Mungivacca, abbandonato da almeno tre anni, ha subito nei giorni scorsi anche la visita di vandali - afferma Melchiorre -  La porta d’ingresso degli spogliatoi è aperta ed è dimora di animali di ogni tipo.  Erbacce, sporcizia, condizioni insalubri, campi di calcetto e di basket abbandonati e patio in condizioni vergognose sono le immagini dell’ennesimo spreco pubblico".

centro sportivo mungivacca2-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Può una struttura costata diversi milioni di euro essere abbandonata così? - prosegue il consigliere -  Non basta inaugurare, tagliare i nastri per  raccogliere facili consensi in campagna elettorale e poi lasciare al loro destino, senza una gestione programmata, strutture così importanti per promuovere l’esercizio della pratica sportiva, oltre che essere presidi di legalità". Melchiorre ha annunciato un'interrogazione urgente al sindaco Decaro "per capire chi sono i responsabili dell'abbandono di tale struttura e, soprattutto, se sono stati stanziati fondi per il suo recupero".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in Puglia obbligo di quarantena per chi rientra da Malta, Grecia e Spagna

  • Coronavirus, salgono i nuovi contagi in Puglia: oggi sono 26, undici in provincia di Bari

  • Sei turisti del Lussemburgo in vacanza a Monopoli positivi al covid: il test prima di partire per la Puglia

  • Venti nuovi casi di covid in Puglia, nove nel Barese: "Cittadini rientrati da Grecia, Malta e Lombardia"

  • Lotta al coronavirus, in Puglia torna obbligo mascherine in luoghi aperti affollati e discoteche

  • Ventenne muore dopo un tuffo in piscina: tragedia durante una festa a Polignano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento