Scoperti a bruciare rifiuti nelle campagne di Ceglie: nei guai due baresi

A sorprendere in flagranza di reato un 58enne e un 36enne, è stata la polizia locale del capoluogo. Gli agenti hanno notato la colonna di fumo nero che si innalzava in cielo

Sorpresi dalla polizia locale a dar fuoco ai rifiuti speciali nelle campagne di Ceglie. Sono stati così denunciati due baresi, di 58 e 36 anni, scoperti dagli agenti appostati in zona, intervenuti non appena vista la colonna di fumo nero che si innalzava in cielo dal luogo del rogo. Sul fondo di campagna, risultato concesso in locazione ai due dall'ignaro proprietario, era stata realizzata perciò una discarica abusiva con diversi cumuli di rifiuti a cui stavano dando fuoco.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Dovranno rispondere dei reati di realizzazione di discarica abusiva ex art.256 del Testo Unico Ambientale e anche del più grave reato di accensione abusiva di rifiuti (che prevede la pena della reclusione da 2 a 5 anni per la fattispecie di rifiuti speciali non pericolosi). L'area è stata poi sequestrata dalla Locale. "Questi sono atti pericolosi per l'ambiente e per la gente che è costretta a respirare questi fumi, per questo i controlli continuano senza sosta e continueranno finché non arriveranno più segnalazioni, finché non vedremo più roghi" il commento del sindaco Antonio Decaro su Facebook.

IMG-20191012-WA0085-2

Allegati

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ladri in casa nel cuore della notte (con i proprietari dentro): è allarme furti nel Barese

  • Giovane mamma morta dissanguata dopo l'urto contro una vetrata: chiesto processo per il compagno

  • Il dolore per Ivan, morto in uno schianto in moto a 17 anni: "Ora sei un angelo, ti ricorderemo sempre"

  • Via gli pneumatici, le auto parcheggiate finiscono 'sospese' sui sassi: ladri in azione a Bari

  • Apre il nuovo 'sottopasso giallo' di Bari Centrale: più largo, con ascensori e aperto anche alle bici

  • Stipendi in ritardo e negozio a rischio chiusura, lavoratori di Centro Convenienza in protesta: futuro incerto per 15 dipendenti

Torna su
BariToday è in caricamento