Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Danneggiata area a vincolo ambientale, normative Covid non rispettate e lavoro 'in nero' in lido a Rosa Marina: nei guai due baresi

Denunciati a piede libero un 29enne di Bitonto e un 71enne di Bari, gestore e proprietario del lido comunale nel Brindisino. Scattate anche sanzioni amministrative per gli illeciti

Denunciati un 29enne di Bitonto, e un 71enne di Bari, rispettivamente gestore e il proprietario di un lido di Rosa Marina, marina di Ostuni. In seguito a mirati controlli dei carabinieri della locale Stazione unitamente al Nucleo Ispettorato del Lavoro di Brindisi, alla Stazione Carabinieri Forestale di Ostuni e al personale dell’Asl di Brindisi, i due sono stati denunciati per il taglio e il danneggiamento di macchia mediterranea e vegetazione retrodunale di due distinte aree legate al lido, per una superficie complessiva di circa 300 metri quadri, in zona sottoposta a vincolo paesaggistico e ambientale, con conseguente sequestro penale delle due zone. È stata registrata poi la violazione della normativa per il contrasto e il contenimento della diffusione del 'Covid–19', non avendo adeguato gli spogliatoi di uso comune, con conseguente sanzione amministrativa. Inoltre i militari hanno contestato l’utilizzo, quale deposito di cibi e bevande, di un locale non autorizzato, incorrendo in una sanzione amministrativa e contestuale provvedimento di cessazione dell’attività di deposito e l’impiego di una dipendente in 'nero' dal 26 luglio 2021, sulla cui documentazione sono in corso ulteriori accertamenti, al termine dei quali sarà comminata una sanzione amministrativa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Danneggiata area a vincolo ambientale, normative Covid non rispettate e lavoro 'in nero' in lido a Rosa Marina: nei guai due baresi

BariToday è in caricamento