Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I rifiuti bruciano nella notte a Ceglie, il M5s: "Presenteremo esposto in Procura"

Da diverse settimane gli attivisti denunciano roghi illegali anche a Santa Rita, ma il fenomeno non accenna a smettere

 

Le fiamme imponenti illuminano l'oscurità della notte di Ceglie. Una scena, quella di ieri sera intorno alle 20.30, a cui i residenti della zona - siamo in strada della Macchia - sono ormai abituati da tempo. Da diverso tempo l'area, così come quella di Santa Rita, ha visto la presenza di roghi illegali di rifiuti, come più volte denunciato dagli attivisti del Movimento 5 stelle. Per gli attivisti, però, le tante segnalazioni a Palazzo di città sono cadute nel vuoto e quindi la battaglia ora continua nelle sedi della giustizia.

"Noi siamo stanchi di questa situazione - spiegano i portavoce pentastellati al Comune Sabino Mangano e Vito Saliano - e nei prossimi giorni depositeremo un nuovo esposto in Procura, sperando che questa intervenga al posto di chi dovrebbe risolvere i problemi". Strada della Macchia, vicina alla zona abitata di via Gorizia, per i pentastellati è da tempo sede di discariche illegali di rifiuti, con la presenza anche di amianto pericoloso per la salute.

"Questo e altri siti - concludono - sono stati segnalati all'assessore e alla Ripartizione Ambiente, al presidente del quarto Municipio e ai membri della competente Commissione, ma nulla si è mosso. Le campagne del quarto Municipio 4 sono terra di nessuno, da Ceglie a Santa Rita la situazione non cambia".

Potrebbe Interessarti

Torna su
BariToday è in caricamento