rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Cronaca

Centinaia di bombole di gas, taniche di benzina e proiettili d'artiglieria in casa: cuoco barese arrestato in Romagna

L'uomo, originario di Polignano a Mare, è stato bloccato dai Carabinieri nella sua abitazione della Valconca: l'armamentario bellico era risalente alla Seconda Guerra Mondiale

Un cuoco 69enne originario di Polignano a Mare, nel Barese, è stato arrestato in un'abitazione della Valconca, in provincia di Rimini, poiché trovato in possesso, nella sua abitazione, di numerose bombole gpl, assieme a centinaia di litri di benzina e proiettili d'artiglieria. Il materiale, estremamente pericoloso, era custodito, secondo i Carabinieri, a pochi metri da altre case, con notevoli rischi in caso di esplosione.

Complessivamente, i militari della Stazione di Saludecio hanno sequestrato 62 bombole di gpl, 300 litri di benzina, 2 proiettili d'artiglieria e una carica di lancio, questi ultimi risalenti alla seconda guerra mondiale.

L'uomo avrebbe detto ai Carabinieri che i residuati bellici erano parte della sua collezione di armamenti storici e il combustibile parte della scorta invernale. I militari, però, lo hanno arrestato. Dovrà rispondere di detenzione illecita ed omessa denuncia di munizioni da guerra, omessa denuncia di materie esplodenti e  illecita costituzione di impianti di rifornimento, deposito e rivendita di gas in recipienti proibiti.

Ulteriori particolari su RiminiToday

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Centinaia di bombole di gas, taniche di benzina e proiettili d'artiglieria in casa: cuoco barese arrestato in Romagna

BariToday è in caricamento