menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Violentò una donna durante il permesso premio, chiesti 16 anni per un detenuto barese

Cosimo Damiano Panza è imputato per la violenza sessuale: il 6 ottobre scorso aggredì una dipendente di un ufficio aperto al pubblico nel centro di Bari

Sedici anni di detenzione: questa la condanna richiesta dalla Procura di Bari per il 53enne pregiudicato Cosimo Damiano Panza, attualmente sotto giudizio con l'accusa di aver violentato il 6 ottobre scorso da una dipendente di un ufficio pubblico di Bari. L'uomo, già detenuto nel penitenziario di Lecce, quel giorno era a piede libero nel centro cittadino in permesso premio.

Già in passato era stato condannato a 20 anni per lo stesso reato. Ora è accusato di sequestro di persona, rapina aggravata, violenza sessuale, porto abusivo di arma bianca e furto. Quel giorno, infatti, avrebbe minacciato la 27enne con un coltellino a serramanico, derubandola poi di quello che aveva nel portafoglio e costringendola a seguirlo nel bagno in cui si sarebbe compiuta la violenza sessuale. Ad incastrarlo sono state le immagini delle telecamere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento