Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca

Fondi europei da AdP a Ryanair, Di Paola indagato per truffa e falso

Nel mirino dell'inchiesta, condotta dalla pm Silvestris e della Guardia di Finanza, il contratto stipulato nel 2009 a Aeroporti di Puglia e la compagnia irlandese, propogato nel 2014: gli inquirenti sospettano l'utilizzo di aiuti di stato a vantaggio del vettore low-cost

Domenico Di Paola, ex amministratore unico di Aeroporti di Puglia dal 2001 al 2012 è indagato per truffa e falso dalla Procura di Bari nell'ambito di un'inchiesta su un contratto di marketing da 30 milioni di euro firmato nel 2009 con la concessionaria pubblicitaria per la compagnia aerea Ryanair. Le indagini, come riferisce 'Repubblica', sono condotte dalla Guardia di Finanza e dal pm Luciana Silvestris. Secondo gli inquirenti, i fondi sarebbero finiti nelle casse di una società del vettore irlandese, la Ams, attraverso Aeroporti di Puglia, giustificati come pubblicità. Gli investigatori sospettano che con questo contratto la compagnia aerea possa aver percepito indebitamente aiuti di stato dalla Regione Puglia. Nel fascicolo d'inchiesta sarebbe finita anche la propoga del contratto sottoscritta nel 2014 da AdP con Ryanair, per un valore di 85 milioni di euro. Nei giorni scorsi, la GdF aveva effettuato perquisizioni nella sede della società aeroportuale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondi europei da AdP a Ryanair, Di Paola indagato per truffa e falso

BariToday è in caricamento