menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rifiuti fuori orario e mancata raccolta differenziata: controlli e multe nel weekend

18 le sanzioni elevate nel fine settimana. L'assessore all'Ambiente Petruzzelli: "Continueremo finché i baresi non adotteranno comportamenti virtuosi". E intanto Decaro, con un video su Fb, torna sulla questione dell'abbandono dei rifiuti ingombranti: "E' colpa del sindaco?"

Rifiuti gettati in orari non consentiti, mancata raccolta differenziata, 'bisognini' dei propri amici a quattro zampe lasciati sul marciapiedi. Sono state in tutto 18 le multe elevate da agenti della Polizia municipale e ispettori Amiu nell'ultimo fine settimana. 

In particolare, 11 cittadini sono stati sanzionati per conferimento fuori orario dei rifiuti (100 euro), cinque per mancata raccolta differenziata (100 euro), uno per mancata raccolta di deiezioni canine (300 euro) e un'attività commerciale per non corretto conferimento di imballaggi (100 euro).

“I controlli continueranno fin quando i baresi non adotteranno comportamenti virtuosi e rispettosi della città in cui vivono - assicura l’assessore all’Ambiente Pietro Petruzzelli -. Abbiamo concesso delle deroghe durante le festività natalizie per andare incontro ai ristoratori e ai cittadini, come richiesto anche dal consiglio comunale, ma manteniamo dritta la barra per far capire ai baresi che non ci vuole molto per amare la propria città, rispettandola. Tra qualche giorno entreranno nel vivo le attività di controllo previste dal progetto Bari per bene della Pm e dei vigili ambientali su tutto il quartiere Libertà a cui parteciperò personalmente”.

Intanto, proprio in queste ore, il sindaco Decaro è ritornato su un altro problema che affligge la città, ovvero quello dei rifiuti ingombranti abbandonati in strada. Sulla sua bacheca Facebook, il sindaco ha postato un video per sensibilizzare i cittadini. Decaro si fa spazio tra vecchie finestre, materassi ed elettrodomestici che occupano un marciapiede, e ironicamente afferma: "Sarà certo colpa del sindaco". "Questa indecenza deve finire - commenta il primo cittadino - e se si continueranno ad ignorare le procedure per smaltire i rifiuti ingombranti chiederò all'AMIU di sospendere il servizio di ritiro. Forse, allora, quando non si potrà più camminare sui marciapiedi o magari frigoriferi e materassi occuperanno i nostri posti auto, tutti insieme capiremo che non è giusto continuare a scambiare la strada e gli spazi pubblici per una discarica a cielo aperto! Ricordo a tutti - prosegue Decaro - che la nostra città ha un servizio gratuito di ritiro dei rifiuti ingombranti, basta chiamare il numero verde 800.01158 per prenotare giorno e orario del ritiro. E pensate che portando i rifiuti ingombranti più piccoli (trasportabili da una sola persona), direttamente in uno dei centri conferimento è possibile accumulare i punti per ricevere i buoni previsti dal progetto "Chi differenzia ci guadagna" da spendere nei negozi Coop, Decathlon e Ikea. Così come ricordo che i frigoriferi sono rifiuti R.A.E.E., rifiuti speciali. Ogni volta che acquistate un nuovo elettrodomestico, per legge, il negozio da cui lo comprate è tenuto a ritirare e smaltire quelli vecchi. Prendiamoci cura della nostra città, smettiamo di trattarla come una discarica".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BariToday è in caricamento