Cronaca Via Estramurale Capruzzi

"Non c'è più tempo, vogliamo i fondi per il diritto allo studio", sit-in degli studenti in via Capruzzi

Davanti alla sede del Consiglio regionale la protesta degli studenti per chiedere il finanziamento della legge regionale sul diritto allo studio approvata nel 2009

Subito nuovi fondi per il diritto allo studio in Puglia. A chiederlo a gran voce sono gli studenti dell'Uds che questa mattina hanno dato vita ad un sit-in di protesta davanti alla sede del Consiglio regionale in via Capruzzi. "Non c'è più tempo per il diritto allo studio in  Puglia", è lo slogan scritto sugli striscioni esposti dagli studenti, che si richiama alla campagna di comunicazione lanciata qualche giorno fa in concomitanza con la riapertura delle scuole.

"Due anni fa - si legge in una nota dell'Unione degli Studenti - dicevamo "la regione fa le pentole ma non i coperchi" rispetto ad una legge regionale che dal 2009 è rimasta priva di finanziamenti.  Quest'anno, ancora una volta, chiediamo che il diritto allo studio diventi una priorità: contro la dispersione scolastica, contro le barriere d'accesso ai saperi, per una scuola pubblica e di qualità. Non c'è più tempo per il diritto allo studio: di anno in anno le barriere d'accesso all'istruzione si moltiplicano, studiare costa sempre di più. Nonostante i provvedimenti presi in materia di edilizia scolastica da parte della Regione, richiediamo una pianificazione concreta. La legge del 2009 prevede agevolazioni su trasporti, cultura, comodato d'uso, borse di studio, ora NON C'è PIù TEMPO!"

La manifestazione di oggi, spiegano gli studenti, rappresenta un'altra tappa verso la mobilitazione nazionale prevista per il prossimo 11 ottobre.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Non c'è più tempo, vogliamo i fondi per il diritto allo studio", sit-in degli studenti in via Capruzzi

BariToday è in caricamento