Disabilità, dal Comune contributi per superare barriere architettoniche

La Giunta ha approvato il regolamento per accedere ai fondi con l'obiettivo di eliminare ostacoli alla mobilità: i cittadini potranno effettuare modifiche all'interno o all'esterno delle abitazioni

La Giunta comunale barese ha approvato il regolamento per permettere ai cittadini con disabilità permanenti di carattere fisico, sensoriale e cognitivo, di accedere a contributi per eliminare barriere architettoniche, ostacolo per la mobilità e l'utilizzo di spazi e attrezzature per l'orientamento e la riconoscibilità dei luoghi, in particolare per non vedenti, ipovedenti e non udenti. Il contributo potrà essere richiesto per effettuare modiiche in spazi esterni e singole unità immobiliari.

“Il disciplinare oggi approvato è il secondo di una serie di regolamenti, tutti in fase di elaborazione, previsti nell’ambito dell’importante lavoro di riorganizzazione e definizione di procedure che l’assessorato al Welfare sta portando avanti da mesi - ha affermato l'assessore cittadino al Welfare, Francesca Bottalico -. Il nostro obiettivo è quello di garantire prestazioni e servizi all’interno di regole certe e trasparenti sia per la rete istituzionale sia per i cittadini cui l’amministrazione comunale deve esser in grado di rispondere. Per il documento approvato oggi ringrazio in particolare il gruppo di lavoro congiunto dei Servizi sociali e dei Lavori pubblici che in questi mesi ha elaborato questo regolamento, che permetterà di rendere maggiormente accessibili i contributi, riattivati quest’anno dall’assessorato dopo anni di azzeramento della voce di bilancio espressamente dedicata ai fondi per l’eliminazione delle barriere architettoniche. Infatti, i contributi liquidati nel corso del 2016 per sostenere i cittadini disabili nelle operazioni di eliminazione delle barriere architettoniche ammontano a circa 108mila euro, erogati a 25 persone per consentirgli di adeguare i condomini alla normativa e rendere migliore la qualità della loro vita. Certamente cercheremo di aumentare i fondi a disposizione, anno dopo anno",

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“L’amministrazione comunale è al lavoro da tempo su queste tematiche - ha infece affermato l'assessore cittadino ai Lavori Pubblici, Giuseppe Galasso -. Abbiamo quasi ultimato la redazione di una prima bozza del PEBA - Piano per l’Eliminazione delle Barriere Architettoniche, che a breve sottoporremo alle altre ripartizioni e alle associazioni interessate ma stiamo operando anche in maniera diretta su una serie di lavori in corso. Penso al Waterfont di San Girolamo, dove abbiamo modificato il progetto originario eliminando il dislivello del vecchio piano stradale, portando tutte le superfici ad un’unica quota e introducendo anche un’importante modifica al percorso LOGES, che verrà eseguito in linea con le ultime evoluzioni tecnologiche, denominate LVE - Loges Vet Evolution. Si tratta di un sistema che consente ai non vedenti, grazie a delle app su smartphone, di poter ricevere le informazioni acustiche relative al punto in cui si trovano o i dati sulle intersezioni stradali. Anche su via Sparano stiamo recependo importanti modifiche di dettaglio: proprio ieri abbiamo incontrato, con il delegato del sindaco per le politiche di tutela del diritto dell’accessibilità urbana Marco Livrea, diverse associazioni di tutela dei cittadini non vedenti e ipovedenti, l’UIC, l’UNIVOC, l’UIC Giovani e LeZZanzare, al fine di condividere le modifiche al percorso, che migliorano il servizio agevolando i movimenti delle persone non vedenti in corrispondenza degli angoli di via Sparano. Stiamo anche riservando ai cittadini disabili il primo posto auto utile in corrispondenza di tutti gli incroci della stessa strada, prevedendo una rampa d’accesso dedicata in corrispondenza di ogni posto, oltre alle indicazioni in braille. A questi interventi, si aggiungeranno quelli che eseguiremo attraverso il PEBA nel prossimo triennio, con uno specifico appalto di accordo quadro per lavori di manutenzione per un importo di 900mila euro”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile schianto in via Napoli, muore operaio 35enne: lascia moglie e due bambini

  • Covid, Emiliano chiude tutte le scuole in Puglia: da venerdì 30 ottobre stop alla didattica in presenza

  • Stop a palestre, cinema, teatri e piscine, ristoranti chiusi alle 18: il nuovo dpcm in arrivo già in serata?

  • Le mani della criminalità organizzata sul settore agroalimentare in Puglia: 48 arresti

  • Positivo al Covid, ma era al lavoro nel negozio della moglie: attività chiusa, 56enne denunciato

  • Incidente mortale nella notte a Japigia: 20enne sbalzato dalla moto muore sul colpo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BariToday è in caricamento